Martedì, 16 Luglio 2024
Politica Gatteo

Viabilità a Gatteo, "La provincia sta ignorando le richieste dei cittadini"

"Riteniamo che sia dovere del Sindaco e della Giunta intervenire a livello provinciale al fine di ricondurre la problematica in seno ad un dialogo aperto e rispettoso delle istanze dei cittadini"

"L'ulteriore ripristino della facoltà di transito per gli automezzi sopra le 3,5 tonnellate rischia di accrescere ulteriormente la probabilità di un incremento del flusso di veicoli di ogni genere su tutta la via Campone". E' quanto sottolinea Axel Famiglini, segretario comunale del PLI Cesenatico. "Lo scorso gennaio - ricorda Famiglini - avevamo denunciato l'evidente contraddizione in essere tra il cartello posto sulla via Cesenatico che suggerisce agli automezzi l'utilizzo di via Campone-Sala al fine di raggiungere il casello di Gatteo e l'istituzione della zona 30 all'interno dell'abitato di Sala, sorta con lo scopo di calmierare il temuto aumento del traffico generato dal nuovo varco autostradale posto nel comune limitrofo".

"Avevamo chiesto in tal senso la rimozione del cartello sopraccitato e la segnalazione di percorsi alternativi in direzione "autostrada" che escludessero del tutto la frazione di Sala dal transito degli automezzi. Purtroppo a tutt'oggi siamo a constatare che non solo il cartello oggetto della nostra contestazione si trovi ancora al suo posto ma che addirittura la Provincia, secondo quanto ha recentemente riportato la stampa, abbia rimosso il segnale stradale, collocato all'incrocio tra via Cesenatico e via Campone, che già da lungo tempo vietava ai mezzi "pesanti" di dirigersi verso Sala attraverso la SP 33 (via Campone-Sala)", aggiunge l'esponente del Pli.

"E' ovvio che la decisione assunta a livello provinciale suona tanto come una sorta di plateale presa in giro nei confronti della collettività dato che se prima il timore di un indiscriminato aumento del traffico automobilistico e di mezzi "leggeri" (oltreché di taluni mezzi "pesanti" non rispettosi della legge) attraverso la frazione di Sala era confermato dall'inopportuna installazione del cartello autostradale da noi "incriminato", ora l'ulteriore ripristino della facoltà di transito per gli automezzi sopra le 3,5 tonnellate rischia di accrescere ulteriormente la probabilità di un incremento del flusso di veicoli di ogni genere su tutta la via Campone", chiosa Famiglini.

"L'ostinata volontà della Provincia di trasformare la via Campone-Sala in un'arteria preferenziale di collegamento verso il nuovo casello autostradale di Gatteo ha da tempo messo in allarme i cittadini della zona, i quali vivono con sincera preoccupazione una situazione che rischia seriamente di peggiorare la propria qualità della vita nonché la propria sicurezza - conclude il segretario comunale del Pli -. Riteniamo in tal senso che sia dovere del Sindaco e della Giunta intervenire a livello provinciale al fine di ricondurre la problematica in seno ad un clima caratterizzato non dal rimpallo delle relative competenze e responsabilità ma da un dialogo aperto e rispettoso delle istanze dei cittadini che veda coinvolti sullo stesso tavolo Provincia, Comune ed i residenti della frazione di Sala".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viabilità a Gatteo, "La provincia sta ignorando le richieste dei cittadini"
CesenaToday è in caricamento