Famiglini (Pli): "Attraversamento sulla vena Mazzarini in stato penoso"

Axel Famiglini, segretario comunale del P.L.I. Cesenatico, sottolinea "lo stato penoso in cui versa l'attraversamento posto sulla vena Mazzarini

Axel Famiglini, segretario comunale del P.L.I. Cesenatico, sottolinea "lo stato penoso in cui versa l'attraversamento posto sulla vena Mazzarini. In particolare i turisti si trovavano intenti ad osservare le transenne sistemate alla meglio lungo le sponde del ponticello con il mero fine di garantire un minimo di sicurezza, più che altro "visiva", ai passanti. L'amministrazione comunale di Cesenatico ha previsto in un prossimo futuro il ripristino della funzionalità del noto "ponte levatoio" di via Anita Garibaldi, la sostituzione del relativo assito in legno con una nuova struttura carrabile, questa volta idonea all'uso, e la creazione di un piccolo porticciolo turistico posto nei pressi del ponte stesso".

"La proposta effettuata dalla Giunta è sicuramente condivisibile nei suoi proponimenti essenziali anche se a fronte delle magre risorse disponibili forse non si sono colte pienamente le priorità - continua Famiglini -. Possiede significato economico/gestionale abbozzare un porticciolo turistico riservato ad un numero limitato di utenze ed investire risorse sui meccanismi di un ponte la cui frequenza di movimentazione rischia di essere piuttosto bassa quando due strutture limitrofe, il ponticello di via Ferrara ed il ponte di viale Roma, richiederebbero urgenti interventi di recupero se non di consolidamento?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' noto inoltre che il ponte mobile, così come accaduto per le vicine porte vinciane, sia caratterizzato da alcuni errori progettuali che da un lato ne hanno compromesso la funzionalità e dall'altro hanno reso necessaria una ricorrente manutenzione sulla struttura - aggiunge l'esponente del Pli -. Fra tutti basti citare l'utilizzo di un assito in legno che ha richiesto ripetuti ed onerosi interventi per il suo periodico ripristino. Chi pagherà il costo dei nuovi lavori volti a correggere gli errori precedenti? Non è forse il caso che il Comune inizi ad individuare le responsabilità relative a chi ha mancato di progettare e consegnare l'opera a regola d'arte?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento