Fabrizio Landi chiude la campagna elettorale: "La firma di Bonaccini segno del buon governo del Pd"

Il Partito Democratico chiude la campagna elettorale con Fabrizio Landi e Sandro Gozi, venerdì alle 19 presso il circolo Arci Nova

Il Partito Democratico chiude la campagna elettorale con Fabrizio Landi e Sandro Gozi venerdì alle 19 al circolo Arci Nova, via Del Mare 437. In vista delle elezioni il Pd ha invitato i suoi a mobilitarsi in questi ultimi giorni per convincere i numerosi indecisi. "Le motivazioni per votare Partito Democratico sono evidenti - scrivono dal Partito Democratico nel messaggio inviato agli iscritti e agli elettori. - In questi anni abbiamo gradualmente riportato l’Italia nei giusti binari, il settore manifatturiero ha ripreso a correre, il mercato del lavoro si è mosso dall'immobilità, gli investimenti nella ricerca e nella formazione sono tornati ad aumentare. Siamo consapevoli, però, che la crescita non ha toccato certe zone del nostro Paese, che rimangono fortemente impoverite, e certi settori dell’economia, ma siamo anche consapevoli di avere le idee, l’esperienza e la squadra per affrontare i nodi irrisolti, come abbiamo fatto in questi anni. La nostra forza tranquilla sarà decisiva per l’Italia dei prossimi anni."

Landi

Il candidato alla Camera dei Deputati commenta lo storico accordo firmato a Roma dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che consente una maggiore autonomia legislativa e amministrativa alla Regione Emilia Romagna: "Si tratta di un accordo storico, frutto di un percorso che nasce dal buon governo del Partito Democratico a livello regionale e nazionale: non dimentichiamo che, mentre in Veneto e Lombardia sono state spese decine di milioni di euro per svolgere il referendum, l'Emilia Romagna ha raggiunto l'obiettivo attraverso i passi istituzionali giusti, senza clamore mediatico ma con molta serietà e concretezza, per dare al nostro territorio autonomia nella capacità di spesa e nella realizzazione dei progetti che ci stanno a cuore. Ora si tratta di gestire queste risorse con quella responsabilità che abbiamo dimostrato di saper mettere in campo in questi anni di governo guidato dal Pd, e che vogliamo continuare a mettere nei prossimi anni: per questo voglio chiudere la mia campagna elettorale con un appello al voto, perché solo il Partito Democratico può dare continuità alle riforme messe in campo in questi anni e continuare a portare l'Italia fuori dalla crisi e verso uno sviluppo concreto e tangibile, come sta avvenendo in Emilia Romagna". "Contemporaneamente - ricorda - sono stati sbloccati 320 milioni di euro dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) per investimenti in infrastrutture, mobilità, ambiente, cultura, adeguamento sismico in tutta la nostra regione, Romagna compresa (tra cui oltre 15 milioni per edifici storici in provincia di Forlì-Cesena e Ferrara, 16 milioni per il piano balneazione sulla nostra costa e la rete fognaria di Rimini, 60 milioni per il porto di Ravenna)".

Finale di campagna elettorale

Dopo oltre 2.000 chilometri percorsi in poco più di 4 settimane, dal Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi alle spiagge di Cesenatico, tutti i 26 Comuni del collegio toccati, quasi 50 imprese e associazioni di categoria incontrate e almeno altre 40 iniziative realizzate con i circoli e le associazioni, senza contare i banchetti e i volantinaggi nei mercati delle città che hanno coinvolto un centinaio di volontari, Fabrizio Landi concluderà la campagna elettorale insieme a Sandro Gozi venerdì 2 marzo dalle 19 in avanti al circolo ARCI Nova, via Del Mare 437, con un aperitivo offerto a tutti gli intervenuti.  “Sono state settimane impegnative ma bellissime, durante le quali ho avuto occasione di incontrare migliaia di miei conterranei, ho ascoltato istanze, problemi e suggerimenti, raccontato le mie proposte e la mia idea dell'Italia e del territorio dei prossimi anni – commenta Fabrizio Landi. - Sono stato nei mercati cittadini, nelle varie realtà dell’associazionismo, alcune davvero straordinarie, in decine di imprese, ognuna con la propria storia. Dopo tanta strada, ho deciso di chiudere questa campagna elettorale in un luogo che rimane per me significativo, il circolo ARCI Nova del quartiere Fiorenzuola nel quale ho mosso i primi passi del mio impegno politico. La chiusura, poi, non poteva che essere assieme a Sandro Gozi, candidato alla Camera nel collegio proporzionale, conterraneo che da anni mette al servizio del Paese le proprie capacità. Concludo questi 40 giorni ‘in casa’, laddove mi riportano le radici, quelle stesse radici che mi legano alla mia terra, la Romagna, della quale sono sempre più orgoglioso e che, al di là dell'appartenenza politica, spero di poter rappresentare dal 5 marzo alla Camera dei Deputati.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento