Martedì, 28 Settembre 2021
Politica Cesenatico

Ex minigolf, l'attacco dei Cinque Stelle: "L'area è ancora un cantiere aperto"

"Era stato presentato un cronoprogramma che prevedeva la conclusione dei lavori a sei mesi dall’inizio degli stessi. Fa male vedere quell'area fantasma"

Il MoVimento 5 stelle ha presentato un’interpellanza martedì in Consiglio Comunale a Cesenatico per chiedere lumi "su quello che non sta succedendo nell’area ex minigolf". Giuliano Fattori e Jessica Amadio (M5S) evidenziano come l'intervento è in discussione in città dal 2016, "a fronte di un presunto confronto con la città l’amministrazione Gozzoli nel 2018 presenta il bando il cui risultato è parzialmente sotto gli occhi dei cittadini: un’area trasformata rispetto alla sua connotazione naturale con un cantiere in lento divenire. Una zona verde ora divenuta commerciale in cui l’interesse pubblico sarebbe dovuto essere la sistemazione dei parcheggi limitrofi per un importo non definito. Nel bando di gara si precisava, fra le altre cose, che obbligatoriamente il progetto di riqualificazione tenesse conto delle alberature esistenti, la riqualificazione dell’area esterna perimetrale da adibire a parcheggio, la realizzazione di una nuova recinzione e il piano di manutenzione del verde, la possibilità di realizzare un manufatto, in sostituzione di quello esistente, da destinare ad attività di somministrazione di alimenti e bevande".

Proseguono i pentastellati: "Non ci pare che quanto realizzato corrisponda alla descrizione del bando. Forse anche altri imprenditori sarebbero stati interessati ai 5000mq dell’area a 3000 euro all’anno di cui ad oggi nulla è ancora stato corrisposto? A due anni di distanza dall’approvazione del progetto l’area è ancora un cantiere aperto, nonostante che nel Consiglio Comunale del 19 dicembre 2019 nell’ approvare la variante al piano regolatore vigente, veniva presentato un cronoprogramma che prevedeva la conclusione dei lavori a sei mesi dall’inizio degli stessi. E’ lecito pertanto domandarsi se l’amministrazione ritenga congrua l’occupazione di un’area pubblica senza corresponsione del canone, essendo questo dovuto dal concessionario solo al termine del collaudo delle opere. Si può ritenere corretta la gestione del cantiere? La convenzione ad oggi è da considerarsi scaduta, visto che prevedeva 1 anno di tempo dal progetto definitivo di approvazione dell’opera, ma evidentemente esiste sempre un buon motivo per rivedere quanto definito in precedenza".

Chiosano Fattori e Amadio: "Lo slittamento alla stagione 2022 significa 4 anni dall’assegnazione del bando e l’area ex-minigolf è solo un esempio della lentezza amministrativa della giunta Gozzoli, dove il Covid non può essere la giustificazione di tutto. Anche pe quanto non fatto prima. Ci domandiamo se siano stati considerati dall’amministrazione gli eventuali danni provocati dallo stallo dei lavori perché vedere l’area ex minigolf fantasma fa male a tutta la città di Cesenatico e sicuramente non è un buon biglietto da visita per chiedere la riconferma a sindaco". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex minigolf, l'attacco dei Cinque Stelle: "L'area è ancora un cantiere aperto"

CesenaToday è in caricamento