Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Emporio solidale e mensa sociale, M5S: "Bene i progetti ma non ci convince la sede"

"Non vorremmo che l’emporio e soprattutto la mensa sociale diventi una sorta di  ritrovo non solo per persone bisognose, ma anche per i soggetti dediti alle attività illegali della zona stazione"

"La stampa locale del 18 ottobre riporta che il progetto “Emporio Solidale”, annunciato dall’assessore Labruzzo, con tutta probabilità si svilupperà sul retro dell’edificio dell’ex ristorante “Le Fricò“ in area Stazione FS. Siamo totalmente favorevoli a questa lodevole iniziativa, ma è un altro aspetto che ci preoccupa fortemente". Così il M5S cesenate.

"Infatti si specifica  che l’apertura dell’emporio sociale  non va in antitesi con un altro progetto comunale, lanciato con grande enfasi da Enzo Lattuca durante la sua campagna elettorale 2019: la Mensa Sociale, anch’essa pensata all’interno dell’area “Le Fricò”. Ed è proprio su questo refrain che tornano vigorose le nostre perplessità, non tanto per una insolita coerenza tra il dire e il fare del nostro sindaco, quanto per le indicazioni sulla location della mensa, ricca di incognite e idonea solo all’apparenza. Le Fricò è uno stabile di proprietà del Comune, ed è già in buona parte adibito a locale ristorante; ma non sono queste le specifiche più importanti per l’avvio di un’attività così esposta a variabili pericolose in una zona della città per niente sicura e per niente ideale al progettoLo ribadiamo ancora una volta; il progetto è assolutamente lodevole, ma rischia di pesare e aggravare ancor di più le problematiche irrisolte e spesso sottovalutate della Stazione".

"Parliamo di traffico - spiega il M5S di Cesena - di mezzi, di persone e di stupefacenti (facili riscontri nelle cronache cittadine), di degrado urbano, in una parola di sicurezza, in un’area che dovrebbe essere invece la porta d’ingresso della città, e che accoglie, non lo dimentichiamo, il polo scolastico di Cesena Area che dovrebbe essere capace di dare il benvenuto a chi arriva in città. Non vorremmo che, il treno a due passi, il posto comodo dove mangiare e la compagnia assicurata, facesse diventare l’emporio e soprattutto la mensa sociale una sorta di  ritrovo “certificato”, non solo per persone bisognose o studenti e/o lavoratori, ma anche per i soggetti dediti alle attività illegali di strada della zona".

"A nostro avviso - la conclusione - va individuata un’altra sede, per l’emporio sociale e ancor di più per la mensa sociale, progetto importante che meriterebbe valutazioni condivise e non a senso unico. E a questo proposito noi proponiamo come sede di proprietà comunale che avrebbe tutte le caratteristiche per ospitare le due attività, il Mercato Coperto, da rivalutare e rilanciare, dopo il fallimento evidente dalla sua ristrutturazione ad oggi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emporio solidale e mensa sociale, M5S: "Bene i progetti ma non ci convince la sede"

CesenaToday è in caricamento