Elezioni, Vietina (Forza Italia): "Zone tax-free per sostenere le imprese"

E' quanto afferma la candidata del centrodestra alla camera per il collegio uninominale di Cesena, Simona Vietina

"Riguardo alla relazione della polizia municipale, svoltasi durante l’ultimo consiglio comunale di Cesena, è apparso in maniera abbastanza chiaro che lo scopo principale del corpo rimane quello di foraggiare abbondantemente le casse del comune, al posto di un ben più urgente presidio del territorio, dal punto di vista della sicurezza e prevenzione". E' quanto afferma la candidata del centrodestra alla camera per il collegio uninominale di Cesena, Simona Vietina, secondo la quale "questo non aiuta di conseguenza la reputazione di tale corpo, che dovrebbe essere utilissimo in questo senso, dato che nasce proprio con una preponderante vicinanza ai cittadini. Tutto ciò è conseguenza di una miope dirigenza politica, che mira a rendere inaccessibile un centro storico di cui ormai sono rimasti soltanto alcuni resti, inferiori perfino a di quelli delle mura antiche".

"La vita del centro storico non può passare soltanto dalle attività enogastronomiche, che proliferano (ma fino a quando?), ma deve necessariamente prevedere tutta quella serie di esercenti al servizio della popolazione più anziana e, se vogliamo, nostalgica - aggiunge -. La quale preferisce continuare a riconoscere la qualità dei prodotti del macellaio, fruttivendolo o mini market di fiducia, alla grande distribuzione. E in ottica futura, anche la valorizzazione dei prodotti del territorio per fornire una rete più capillare di distribuzione di prodotti tipici che possono funzionare anche in ottica turistica".

"Credo fermamente che si debba procedere con importanti interventi a favore delle realtà economiche del territorio, è infatti significativo che negli ultimi periodi i piccoli commercianti e gli artigiani, che sono il segno dell'Ingegno italiano, preferiscano chiudere per cercare un lavoro da dipendente e le grandi realtà economiche portino le loro fabbriche all'estero dove la pressione fiscale è minore - chiosa -.  Poco dopo essere stata eletta sindaco (a Tredozio, ndr), nel 2016, ho approvato in Consiglio comunale un ordine del giorno mediante il quale si proponeva la riduzione della tassazione e il riconoscimento di zone tax-free per le aree depresse e ad alta marginalità socio-economica ai fini del sostegno alle imprese e al contenimento della desertificazione commerciale. Questo è il punto più importante del mio impegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento