Elezioni regionali, Priya Baldazzi: "Occorre la presenza di persone vere e trasparenti"

"Le motivazioni che mi hanno spinta ad accettare la richiesta di una mia candidatura nella lista civica "Bonaccini Presidente" - afferma Baldazzi - sono riposte nel profondo della mia storia personale e professionale"

È stata presentata la lista di Bonaccini Presidente. I candidati sono tutti professionisti nel mondo della Sanità, guidati dalla figura di grande levatura del professor Claudio Vicini. Inoltre si leggono nomi degni di nota come la sindaca di Galeata Elisa Deo e Patrizia Bezzi (logopedista) e altri nomi appartenenti al mondo della cultura (Alberto Mingotti) tra i quali spicca quello dell’unica donna cesenate, Priya Baldazzi.

“Eccomi qui con grande emozione ad annunciare la mia candidatura"; con queste parole si apre un capitolo nuovo per la giovanissima Baldazzi, in cui la politica, anche a seguito della candidatura per le amministrative comunali di Cesena, sta assumendo un ruolo di primo piano. "Mi sono sempre dedicata a progetti culturali, soprattutto nel periodo in cui ho vissuto a Firenze, dove ho avuto la possibilità di organizzare per diversi anni uno dei più importanti Film Festival dedicato all’arte contemporanea in Italia (lo Schermo dell'Arte) e dove ho lavorato presso la galleria internazionale di arte contemporanea EX3. Dopo la nascita di mia figlia Marta sono rientrata a Cesena e mi sono occupata di attività culturali di dimensioni più ridotte (mostre, convegni, giornate di studio), lavorando come ricercatrice all'interno di uno studio di architettura ed organizzando al contempo incontri ed eventi per alcuni brand del Made in Italy”.

Moglie e mamma (di due bambini), Baldazzi lascia intravedere una punta d’orgoglio quando afferma che “alla mia famiglia ho voluto e potuto dedicare una parte importante delle mie giornate, districandomi tra i vari impegni professionali”. La candidata ha inoltre trascorso anni nel campo del volontariato e dell’associazionismo, periodo in cui è entrata in contatto diretto con le realtà delle giovani famiglie della nostra città, le attività di educazione allo sport e di aggregazione per i ragazzi, la qualità della scuola e le esperienze di volontariato dedicate a chi vive in condizione di povertà o disagio.

“L’aver vissuto dall'interno il mondo del volontariato e dell'associazionismo mi ha dato la possibilità di avere uno sguardo aperto sulle diverse realtà territoriali (caritativa, scoutismo, Centro aiuto alla Vita, Croce Rossa Italiana), nazionali (un'associazione di auto-mutuo aiuto per famiglie adottive) e internazionali come una in particolare, che si occupa di aiutare un bimbo alla volta in India, offrendo cure specifiche per bambini in condizioni di salute molto gravi. "La mia storia è cominciata proprio in India, accolta piccolissima in un orfanotrofio tra le verdi colline delle piantagioni di tè. Qui, oltre ad aver imparato a fare i miei primi passi, ho imparato anche il valore del mettersi al servizio dell’altro. E forse è proprio grazie a questa esperienza non di abbandono, ma di “salvataggio" grazie alla nuova vita ricevuta in dono, che ho potuto riflettere e appropriarmi fin dall'adolescenza di un forte senso di comunità e di servizio all’accoglienza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le motivazioni che mi hanno spinta ad accettare la richiesta di una mia candidatura nella lista civica "Bonaccini Presidente" - afferma Baldazzi - sono riposte nel profondo della storia personale e professionale che ho accennato e sono maturate all’interno dall’esperienza di politica attiva nel movimento dei Popolari per Cesena. Credo fermamente, infatti, che la politica sia davvero un servizio e che non debba essere lasciata esclusivamente ai "politicanti"di professione” e conclude sostenendo che “all’interno del contesto in cui si compiono scelte molto concrete, come il Consiglio Regionale, occorre la presenza di persone vere e trasparenti, abituate a “fare” e che abbiano a cuore il bene comune.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento