Elezioni regionali, "Sula gestione della sanità dal prof Vicini le stesse critiche della Lega"

Lo affermano il deputato Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, e Enrico Sirotti Gaudenzi, consigliere comunale del Carroccio a Cesena

"Incredibile ma vero. C’è davvero da chiedersi chi rappresenti il medico cesenate Claudio Vicini che, con tanto entusiasmo, si è candidato nella lista Bonaccini. Sanato, infatti, davanti a un folto pubblico, Vicini si è lasciato andare a non poche critiche sulla gestione aziendale della sanità romagnola, auspicandone una ‘discontinuità’ che non può che suonare come una pesante critica alle politiche sanitarie della Giunta Bonaccini uscente". Lo affermano il deputato Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, e Enrico Sirotti Gaudenzi, consigliere comunale del Carroccio a Cesena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci chiediamo anche dove fosse Vicini in questi ultimi anni, quando la Lega ha avanzato, in ogni sede, le stesse opinioni negative. Il punto, tuttavia, non è solo questo - continuano gli esponenti della Lega -. C’è il contrasto profondo fra due visioni. Quella propagandata da Bonaccini, tesa a magnificare i successi della sanità regionale ‘senza se e senza ma’, e quella del candidato che, dall’alto della sua esperienza, sembra sbugiardarlo nei fatti. Forse Vicini, non avvezzo alle regole del Pd dove chi critica esce dai giochi, è più propenso a considerare la sua opinione come quella che conta, senza valutare cosa comporti una candidatura nelle fila del bilioso Bonaccini. Ma imparerà. Dall’altro lato, ci stupisce l’immediato sostegno del renziano Marco Di Maio a Vicini. Serve una ‘voce autorevole’ che rappresenti la Romagna in Regione, ha detto il parlamentare di Italia Viva. In evidente disaccordo con gli esponenti locali del Partito Democratico che hanno calcato la scena regionale in questi anni, di cui Di Maio era sodale fino a pochissimo tempo fa".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento