menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni regionali, i candidati di Forza Italia: "Cambiare dopo anni di cupo dirigismo"

Sono stati presentati i candidati di Forza Italia per le elezioni regionali del prossimo 23 novembre 2014. Spiega una nota del partito Berlusconiano: "Forza Italia, unitamente a Lega e Fratelli d’Italia, costituisce l’unica valida alternativa alla coalizione del PD"

Sono stati presentati i candidati di Forza Italia per le elezioni regionali del prossimo 23 novembre 2014. Spiega una nota del partito Berlusconiano:  "Forza Italia, unitamente a Lega e Fratelli d’Italia, costituisce l’unica valida alternativa alla coalizione del PD per le prossime regionali. L’unico voto utile, per chi intende disfarsi di un governo di sinistra invasivo e burocrate come quello del PD, è quello di appoggiare i candidati di Forza Italia"

La squadra dei candidati è composta da Bartolini Luca, consigliere regionale uscente, Bravaccini Simona, commercialista di Bagno di Romagna, Milanesi Lea, già imprenditrice e consigliere comunale a Forlì, Pregù Eva, avvocato di diritto penale, internazionale e commerciale e Scaramuzzo Francesco, consigliere comunale a Cesenatico e lavoratore autonomo del settore artigianale.

Sempre la nota di Marco Casali, responsabile di FCesenate rza Italia: "Una squadra composita come estrazione culturale e professionale, capace di portare avanti i principali temi che interessano il livello regionale e che poi hanno inevitabili ricadute sul nostro territorio".

"Vari gli argomenti affrontati durante la conferenza stampa e varie le riflessioni portate dai diversi candidati. In primo luogo la Sanità, diventato ora grande problema territoriale dopo le recenti scelte di fusione locale (calate d’alto e condite da una estrema disorganizzazione) che stanno creando notevoli criticità a questo importante settore. L’ambiente, tema che si vuol praticare in termini positivi non avendo paura nel fare le giuste scelte infrastrutturali di cui necessità anche e soprattutto la Romagna. L’agricoltura, altro tema fondamentale da tenere in considerazione anche in vista della nuova Politica Comunitaria il cui varo è previsto nel 2015".

Ed ancora: "Non sono mancate anche alcune riflessioni sul Macfrut di Cesena e sulla nefasta intenzione di spostare questa importante manifestazione. La Romagna è il luogo ideale perché questa importante fiera, dai connotati spiccatamente territoriali, possa continuare ad esistere là dove è nata e là dove il settore esprime le sue massime potenzialità. I temi della libertà d’impresa, della famiglia e della difesa della nostra cultura, sono i temi che sentiamo più vicini e che riteniamo debbano essere, in questo particolare momento, i più difesi. Cambiare questa Regione è doveroso, dopo anni di cupo dirigismo, dopo anni in cui l’esercizio del potere è stato interpretato in modo unidirezionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento