rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica Cesenatico

Elezioni Provincia e il caso liste, Morrone: "Un minestrone indigeribile"

Il riferimento di Jacopo Morrone, segretario nazionale della Lega Nord Romagna, va a Lina Amormino, ex Forza Italia, eletta nella lista di Roberto Buda ex sindaco di Cesenatico, che capeggia una lista di sinistra

“Un minestrone indigeribile, una commistione inaccettabile di consiglieri del Pd e della cosiddetta opposizione, incomprensibile per gli elettori contribuenti che hanno votato, a suo tempo, candidati in liste del centro destra che oggi si ritrovano a braccetto con i loro avversari di sinistra nelle liste per il rinnovo dei 12 consiglieri nella Provincia di Forlì-Cesena”. Il riferimento di Jacopo Morrone, segretario nazionale della Lega Nord Romagna, va a Lina Amormino, ex Forza Italia, eletta nella lista di Roberto Buda ex sindaco di Cesenatico, che capeggia una lista di sinistra, insieme a esponenti di spicco del Partito Democratico.

"NO AI GIOCHINI" - “Si tratta solo di un esempio, - chiarisce Morrone - ci sono infatti altri eletti come Valerio Roccalbegni, sindaco di Modigliana, Roberto Fabbri Capogruppo di maggioranza a Meldola o eletti in liste civiche in contrapposizione al Pd, come Roccalbegni o Fabbr che non hanno capito, in buona o mala fede, dove vanno ad accasarsi e a chi portano i loro consensi. Noi della Lega Nord, tuttavia, non ci stiamo ai giochini delle segreterie del Pd e puntiamo a fare opposizione, oltre a verifiche e controlli puntuali nell’attività dei vertici provinciali, senza se e senza ma, con la lista alternativa, “La Provincia di Forlì-Cesena per la Romagna”, che abbiamo proposto insieme ad altri esponenti del centro-destra e di liste civiche”.

continua nella pagina successiva ====>

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Provincia e il caso liste, Morrone: "Un minestrone indigeribile"

CesenaToday è in caricamento