Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Elezioni, chi sono i candidati cesenati che si contenderanno i voti per entrare in Parlamento

Con il deposito ufficiale delle candidature è definito il quadro di chi si sfiderà per entrare in Parlamento. Per questo riguarda Cesena e il suo territorio la situazione è questa

Con il deposito ufficiale delle candidature è definito il quadro di chi si sfiderà per entrare in Parlamento. Per questo riguarda Cesena e il suo territorio la situazione è questa.

I collegi

Per effetto della suddivisione dei collegi Cesena e il suo comprensorio votano assieme a Bellaria e Santarcangelo in provincia di Rimini e alle vallate dell’Appennino forlivese (Meldola, Civitella, Galeata, Santa Sofia, Predappio, Premilcuore, Castrocaro, Dovadola, Rocca San Casciano e Portico). Per il collegio uninominale della Camera (vince “secco” che si prende più voti) gareggiano - rimanendo sulle forze politiche principali - per lo stesso scranno in Parlamento Fabrizio Landi, segretario di Federazione del Pd, Simona Vietina, sindaco di Tredozio di Forza Italia per il centro-destra, Sergio Culiersi, 61 anni, dirigente della questura di Forlì in pensione, per il M5S, senza alcuna militanza attiva nel movimento ed infine Giuseppe Zuccatelli, consigliere comunale, per Liberi e Uguali.

Il collegio uninominale del Senato formato da Cesena, tutto il suo comprensorio, le valli forlivesi e dalla provincia di Rimini è in tutto appannaggio di esponenti politici riminesi. Qui si scontrano per un seggio Tiziano Arlotti, deputato riminese uscente e ricandidato in Senato per il Pd e alleati, Antonio Barboni, esponente riminese di Forza Italia per il centro-destra, Carla Franchini, per il M5S, anch’ella di Rimini e Giovanni Ubalducci per Liberi Uguali.

Listini proporzionali

Nei listini plurinominali per la Camera spicca la presenza del sottosegretario Sandro Gozi, cesenate e terzo in lista nel listino del Pd per il collegio proporzionale della Camera. La sua viene data come una posizione abbastanza sicura soprattutto per la pluricandidatura del capolista Dario Franceschini, che corre nella sua Ferrara all’uninominale ed anche in un listino proporzionale del Veneto. Di fatto, la terza posizione dovrebbe diventare un secondo posto, e quindi “a tiro di elezione”. Nel listino di Liberi e Uguali per il Senato, invece, compare in seconda posizione, alle spalle di Vasco Errani, il nome di Elena Baredi, potrebbe scattare la sua elezione nell'ipotesi (non probabile) che Errani, candidato anche in un collegio uninominale di Bologna, vinca lo scontro diretto nel capoluogo.

Gli assenti

Per il Cesenate sono numerose e rumorose le assenze, tra gli uscenti. E’ stata sacrificata, infatti, la candidatura di Mara Valdinosi, entrata in Senato nel 2014 col Pd come prima dei non eletti, a seguito delle dimissioni di Rita Ghedini. Fuori anche Enzo Lattuca, che ha annunciato per tempo il suo ritiro definendosi un “uomo non per tutte le stagioni” e notoriamente critico della linea politica del segretario Matteo Renzi. Esce dal Parlamento anche Laura Bianconi, la cesenate era senatrice da 17 anni da sempre con Forza Italia, poi in ultimo con Ncd ed infine con la lista “Civica Popolare” di Beatrice Lorenzin, la quale però non l’ha ricandidata.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, chi sono i candidati cesenati che si contenderanno i voti per entrare in Parlamento

CesenaToday è in caricamento