menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, la Uil plaude ai candidati: "Raccolto l'appello al contrasto alle mafie"

Il confronto tra i candidati sindaci si è svolto nel corso della trasmissione telvisiva "Ping Pong"

La Uil cesenate esprime tutta la sua soddisfazione, i candidati sindaci hanno risposto presente all’appello del sindacato "per il contrasto alle mafie, per la difesa, incentivazione, diffusione di un sistema produttivo fondato sul lavoro di qualità". Partecipanti al confronto promosso da Uil  tutti sette i candidati sindaco al Comune di Cesena, il segretario Uil Cesena Marcello Borghetti e il segretario Uil Regionale Emilia Romagna Giuliano Zignani.

La cornice sono stati gli studi di Teleromagna, nella trasmissione “Ping Pong” intitolata: la “Cesena che vorrei”. "Abbiamo - spiega la Uil - posto domande su ciò che si pensa di fare per la legalità, per lo sviluppo, per l’equità, lo stato sociale e per il sistema Romagna e le infrastrutture romagnole, con un’ottica di Cesena, Comuni romagnoli e Romagna più forti e coesi, in una Regione che vuole essere Europea e lavorare per una Europa dello sviluppo e dell’equità. Su queste basi si deve rilanciare il lavoro, l’occupazione, la qualità del lavoro e le risposte ai bisogni sociali di una società in forte cambiamento. Lo abbiamo chiesto convinti che nei nostri territori il precariato, i redditi bassi, la dequalificazione del lavoro, l’illegalità, il non rispetto dei contratti nazionali di lavoro e l’indisponibilità diffusa alla contrattazione integrativa, siano problemi sottovalutati e in eccessiva estensione".

"Problemi - prosegue il sindacato - che minano la dignità del lavoro, sono zavorra ad uno sviluppo di qualità che colga le sfide dell’innovazione e impediscono al territorio quella crescita di ricchezza indispensabile per fare ripartire la domanda di consumi e per ristrutturare lo stato sociale e rispondere ai bisogni di giovani, anziani e famiglie. Lo abbiamo fatto pur consapevoli della presenza di molte realtà produttive più o meno grandi di grande pregio e quindi di imprenditori di lungimiranti e di qualità, che però non possono da soli rappresentare un territorio che ha profonde crepe sociali".

"Abbiamo chiesto - conclude Uil - confronto, partecipazione e coesione, convinti che la politica, finito un confronto elettorale anche aspro, debba riappropriarsi e riscoprire il valore di unire le persone. Insieme dobbiamo costruire la società delle persone, con coesione e sviluppo è un appello a tutti i cittadini e a chi li vuole rappresentare

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento