Elezioni, il M5S fissa le priorità: qualità della vita, futuro e trasparenza

A fare guida al gruppo la riminese Giulia Sarti, che al suo attivo ha già una legislatura a Roma

Foto di Davide Sapone

Qualità della vita, futuro e trasparenza: questi sono tre dei 20 temi su cui puntano i candidati locali del Movimento Cinque Stelle, in lista per le prossime elezioni politiche del 4 marzo, che martedìmattina si sono presentati a Cesena. A fare guida al gruppo la riminese Giulia Sarti, che al suo attivo ha già una legislatura a Roma. "Nel nostro movimento non ci sono pluricandidature - ha detto l'esponente pentastellata - qui ognuno si candida dove vive o dov'è residente. Non ci sono dei paracadutati come negli altri partiti. E questo è importante sottolinearlo, com'è importante dire che in questi cinque anni, a differenza degli eletti negli altri partiti, gli appartenenti al nostro movimento hanno versato parte degli emolumenti nel fondo per il microcredito per far ripartire le aziende o per ripianare il debito pubblico. Stiamo parlando di 90 milioni raccolti in 5 anni senza leggi. Non c'era bisogno di fare leggi - ha sottolineato Sart - bastava la buona volontà dei politici. Noi l'abbiamo fatto". 

SI PRESENTANO I CANDIDATI DEL M5S: IL VIDEO

Sarti è la capolista nel collegio plurinominale della Camera (e si dice che abbia ottime possibilità di essere rieletta), dietro di lei Carlo De Girolamo, Francesca Savelli e Cristiano Casadei (unico cesenate). Sempre al plurinominale del Senato ci sono Michela Montevecchi di Bologna, Marco Croatti, grafico pubblicitario di Rimini, Elisa Bulgarelli e Davide Brunelli del bolognese. Tutti questi candidati sono usciti dalle Parlamentarie (votazioni su internet aperte agli iscritti certificati "grillini" in cui hanno votato per la Camera 39.991 iscritti per  un totale di 92.870 voti. Per il Senato 38.878 iscritti che hanno espresso 86.175 voti), mentre due candidati sono stati decisi da Luigi Di Maio e sono Carla Franchini per l'uninominale Senato e Sergio Culiersi uninominale Camera. Franchini è vice segretario del Comune di Coriano, ex consigliera comunale, una laurea in Legge e due figli di 12 e 14 anni.

"Mi sono avvicinata al movimento proprio per i miei figli - ha spiegato Franchini - voglio dare loro un futuro più dignitoso, voglio che vivano in un Paese dove c'è lavoro e si fa qualcosa per l'ambiente". Culiersi, invece, nato a Lecce dal '79 al '92 è stato comandante della Stradale di Cesena e vicedirettore del Caps. Laureato in Legge anche lui, fino all'anno scorso era un dirigente della Polizia di Stato. Si è occupato di ordine pubblico e di Squadra Mobile. "Nel movimento ci sono persone per bene, che hanno voglia di occuparsi del futuro del Paese con trasparenza e senza nulla in cambio - ha spiegato Culiersi - L'energia di questi giovani mi ha impressionato favorevolmente. Penso che l'Italia abbia bisogno di persone con questo tipo di carica".  

Casadei è l'unico cesenate in lista. 38 anni professore di Tecnologia all'Istituto Marie Curie di Savignano è un attivista da anni ed è particolarmente interessato al settore scuola. Savelli di Ravenna è una commessa che ha scoperto il movimento anni fa e per lei è stata una vera rivoluzione culturale. Ha cambiato modo di vivere, di spostarsi, di mangiare e di affrontare la vita. "Dobbiamo occuparci attivamente delle nuove generazioni", ha detto Francesca. Subito dopo di lei ha parlato Marco Croati spiegando il suo interesse attivo per contrastare il gioco d'azzardo e i provvedimenti che si dovrebbero prendere in merito a livello nazionale.

Ultimo intervento è quello di Di Girolamo, secondo in lista dopo Giulia Sarti e quindi con parecchie possibilità di volare a Roma. Professore a contratto di Diritto Costituzionale all'Università di Forlì, Carlo di Girolamo ha parlato di ricerca scientifica e di futuro del Paese. "Servono volti nuovi, energie nuove per dare forza all'Italia. Noi siamo pronti". E se il giorno dopo le elezioni si trovassero primo partito ma senza la possibilità di governare da soli, cosa farebbero? "Noi non pensiamo a nessuna alleanza prima delle elezioni - ha spiegato Sarti - dopo si vedrà. Ci impegneremo a fare un appello a tutte le forze su impegni chiari e contenuti condivisi. Se ci saranno i presupposti potremo anche iniziare un discorso, altrimenti no".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento