rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Politica

Elezioni, Gasparri (Forza Italia) a Cesena: "Sfida difficile, ma non impossibile. Qui schierarsi col centrodestra è un atto di coraggio"

Ultimi sgoccioli di campagna elettorale per il centrodestra sia in vista delle elezioni comunali che di quelle europee che si terranno l'8 e il 9 giugno. Lunedì pomeriggio tappa a Cesena per il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri

Ultimi sgoccioli di campagna elettorale per il centrodestra sia in vista delle elezioni comunali che di quelle europee che si terranno l'8 e il 9 giugno. Lunedì pomeriggio tappa a Cesena per il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. Il capogruppo al Senato di Forza Italia è arrivato intorno alle 17 nella sede del partito che si trova a pochi metri dal Palazzo comunale, e ha esortato il candidato sindaco del centrodestra Marco Casali "a non precludersi alcun obiettivo, vincere a Cesena è una sfida difficile, ma non impossibile".

Casali: "Andremo al ballottaggio"

Lo stesso Casali, presente all'incontro, ha incitato i candidati di Forza Italia "ad impegnarsi al massimo in queste ultime due settimane di campagna elettorale, voi, più di tutti, potete andare ad invadere l'altro campo, sono sicuro che andremo al ballottaggio". La parlamentare e candidata alle europee Rosaria Tassinari ha ricordato che "c'è un grande avversario da combattere che è l'astensionismo". Presenti nella sede di Forza Italia di via Fantaguzzi anche il commissario comunale Michele Pascarella e quello provinciale Giuseppe Bettini.

Tappa a Cesena per Gasparri

Queste le parole di Maurizio Gasparri: "Vogliamo raggiungere il ballottaggio con la coalizione guidata da Marco Casali, non ci precludiamo nessun obiettivo visto che anni fa con Zattini abbiamo conquistato Forlì e siamo in campo per confermarne la guida. Al ballottaggio le partite si possono riaprire, sappiamo come in Romagna ed in tutta l'Emilia Romagna schierarsi col centrodestra sia sempre stato un atto di libertà, di coraggio e di sfida nei confronti dei potentati locali che mantengono una certa arroganza. Questo per noi è stato un anno molto impegnativo, è stato il primo anno di Forza Italia senza il suo leader. Antonio Tajani è capolista alle europee, il nostro segretario nazionale è sceso in campo per raccogliere consenso, sui giornali viene anche accreditato come possibile presidente della Commissione europea, ha sicuramente il curriculum migliore di tutti".

"Serve una Europa coesa - ha avvertito Gasparri - per fronteggiare potenze in crescita come India e Cina, serve una Europa madre degli Stati come è avvenuto durante la pandemia e col Pnrr, non una Europa dei divieti. Berlusconi ha dimostrato di essere un vero pacifista dialogando con i personaggi più pericolosi come Putin e Gheddafi. Ed è stato Berlusconi a costruire la casa del centrodestra, la casa di tutti i partiti alternativi alla sinistra. Forza Italia serve ad allargare la coalizione, quando Tajani fissò la soglia del 10% sembrava propaganda, molti pensavano che Forza Italia sarebbe sparita dopo la morte di Berlusconi, o che avrebbe fatto fatica ad arrivare al 4%. Mettiamo la parola Berlusconi nel simbolo perché siamo fieramente berlusconiani, siamo gli eredi di Berlusconi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Gasparri (Forza Italia) a Cesena: "Sfida difficile, ma non impossibile. Qui schierarsi col centrodestra è un atto di coraggio"

CesenaToday è in caricamento