Elezioni, Fabbri (Cesena in Comune): "La scuola al centro della nostra azione politica"

Il candidato sindaco: "Il costante dialogo aperto con le scuole del territorio verterà sulla realizzazione di progetti culturali ed educativi"

Davide Fabbri, candidato sindaco di Cesena in Comune, mette la scuola al centro del programma. "Il costante dialogo aperto con le scuole del territorio verterà sulla realizzazione di specifici progetti culturali ed educativi, - afferma Fabbri - anche inerenti i temi dell’ecologia e del territorio, della musica, delle arti visive e del teatro, prestando attenzione alla formazione degli insegnanti e allo sviluppo di un clima di collaborazione con le famiglie, nell’ottica di una formazione globale dei ragazzi, e non soltanto di tipo didattico".

Fabbri illustra i suoi impegni concreti: programmare il rifacimento o ristrutturazione delle scuole più vecchie, l’ampliamento di quelle insufficienti e l’ammodernamento delle altre, predisponendo un calendario di interventi trasparente e condiviso; collaborare con le scuole per conoscere le loro necessità, evitare gli sprechi e incoraggiare la raccolta differenziata, sensibilizzando personale e studenti; favorire una collaborazione con i genitori in maniera aperta e costruttiva per progetti specifici (mentre non è corretto che la scuola chieda ai genitori che acquistino materiali didattici, tra cui la carta, come non di rado è accaduto)".

Ma anche "realizzare un servizio di refezione scolastica di qualità, sensibilizzando ragazzi e genitori circa l’importanza dei cibi biologici e della sana alimentazione; introdurre elementi di comfort ambientale riguardanti l’arredo, i colori, l’illuminazione, in modo che l’ambiente scolastico sia luogo positivo, luminoso e creativo, e che anche il pasto a scuola sia un momento di benessere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul trasporto scolastico: "Bisogna incentivare il sistema Piedi-bus, premiando i bambini che vi aderiscono e le loro famiglie, o le loro classi; promuovendo il trasferimento collettivo in bicicletta dopo aver messo in sicurezza i tragitti ciclabili, così da abituare le persone fin da giovani al trasferimento “verde” su brevi distanze. Verrà inoltre bandito per tutte le scuole un concorso “chilometri-bici” con il quale verranno premiate quelle classi che avranno fatto il maggior numero di chilometri per recarsi a scuola in bici; predisponendo all’interno delle scuole aree dedicate, circoscritte e conformi, dove parcheggiare le biciclette sia dei genitori sia degli alunni più grandi, senza che queste costituiscano un pericolo per i bambini che giocano fuori dalle classi durante l’intervallo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento