Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Elezioni, Comitato Mille Papaveri Rossi: "Sanità pubblica non è mercificazione"

Il comitato, che appoggia Potere al Popolo alle amministrative: "Fermare tutto ciò che crea profitto a danno sia dei pazienti che degli operatori"

"Per noi il primo passo è tornare indietro sull’aziendalizzazione della sanità pubblica, oltre che fermare le esternalizzazioni. Quindi fermare tutto ciò che crea profitto a danno sia dei pazienti che degli operatori di ogni ordine e grado, che passa attraverso l’inefficienza". Lo diachiara il Comitato Mille Papaveri Rossi che appoggia Potere al Popolo alle elezioni del 26 maggio.

"Si continua a parlare di stabilizzazioni e concorsi, dando numeri come se fossero la soluzione alla mancanza strutturale  dell’organico.  Il personale tecnico quanto quello sanitario si impegna, oltre ogni immaginazione, per mantenere alto il livello dei servizi. Ma ad un certo punto ci si comincia ad arrendere, perché tutti gli sforzi non vengono più utilizzati come una soluzione temporanea, ma come una soluzione organica".

 "Per noi sanità pubblica - spiega il comitato - vuol dire applicazione del diritto, non mercificazione, vuol dire tutela dei lavoratori del settore di ogni ordine e grado; internalizzazione dei servizi. Ma vuol dire anche l’assorbirbimento da parte del servizio sanitario, tutti gli operatori che ad oggi, svolgono il proprio servizio all’interno del settore, e in primis per il Bufalini, attraverso assunzione e stabilizzazioni dirette".

Secondo il Comitato Mille Papaveri Rossi è necessaria la "Riorganizzazione delle diagnostiche che devono essere attive h24 , perché cosi che si stralciano le lunghe attese per gli esami; ampliamento e potenziamento del pronto soccorso, non solo delle sale d’attesa; attivazione della guardia medica h24 7 giorni su 7 per la gestione dei codici bianchi, che  troppo spesso  investono il Pronto soccorso. E poi finalmnte emodinamica h24".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Comitato Mille Papaveri Rossi: "Sanità pubblica non è mercificazione"

CesenaToday è in caricamento