Politica Cesenatico

Elezioni a Cesenatico, entra la seconda "quota rosa" nella giunta del Movimento 5 Stelle

Serra, geometra e giornalista, specializzata in energia e qualità della vita, ha 51 anni, è nata a Bologna e risiede a Cesenatico (Villamarina)

Entra la seconda “quota rosa” nella Giunta del MoVimento 5 Stelle. La geometra e giornalista Silvia Serra accede nella squadra di Governo che affiancherà il candidato sindaco Alberto Papperini. A breve saranno pubblicate anche le deleghe di assessorato che verranno assegnate ad ogni membro della Giunta. Serra, geometra e giornalista, specializzata in energia e qualità della vita, ha 51 anni, è nata a Bologna e risiede a Cesenatico (Villamarina). Ha conseguito l'abilitazione all'albo per esercitare la libera professione di Geometra. Successivamente si è specializzata in bio-edilizia ed energie rinnovabili. E’ giornalista pubblicista, iscritta all’Ordine Regionale dell’Emilia Romagna dal 1994. Sposata, ha una figlia che frequenta la quinta Liceo e un figlio in seconda media.

"Per la prima volta della storia di Cesenatico, e probabilmente d'Italia, è stato scelto il quintetto di Assessori a cinque mesi dalla tornata elettorale - ricorda Papperini -. Lo scorso 20 gennaio l'assemblea del Movimento 5 Stelle aveva scelto i propri rappresentanti da nominare in Giunta. Tra i sedici candidati erano presenti sia attivisti storici, sia professionisti esterni che si erano resi disponibili per il progetto politico. Nello scrutinio, Serra si era attestata quinta con lo stesso numero di voti di Marco Zoffoli, che aveva poi primeggiato nel ballottaggio tra i due. Tuttavia Serra entra di diritto in giunta, in quanto l'obbligo di legge impone un minimo del quaranta per cento di quote di genere opposto a quello prevalente".

"Durante tutto il percorso di avvicinamento e nella scelta dei cinque assessori, l'assemblea è sempre stata a conoscenza del recente obbligo di legge che ha introdotto, tra le tante modifiche amministrative, anche la percentuale minima di quote di genere. Tuttavia la norma non era chiara perchè, a seguito della sua pubblicazione, sono state deliberate sentenze contrastanti che avrebbero potuto inficiarne la legittimità costituzionale - conclude Papperini -. Per tale motivo abbiamo chiesto alla Prefettura un parere conforme che potesse chiarirne definitivamente il merito. L'interpretazione vincolante ci è pervenuto attraverso una recente circolare ministeriale che ha dissipato ogni dubbio, di fatto confermando il rispetto alla prescrizione della norma".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Cesenatico, entra la seconda "quota rosa" nella giunta del Movimento 5 Stelle

CesenaToday è in caricamento