Tasse, Bartolomei (Cd) con Lucchi: "Da destra soluzioni vecchie e sentite"

Maria Grazia Bartolomei, coordinatrice provinciale di Centro Democratico, partito che fa parte dell'alleanza di centro - sinistra, a sostegno della riconferma a Sindaco di Paolo Lucchi, entra nel vivo del confronto sulla tassazione comunale

Maria Grazia Bartolomei, coordinatrice provinciale di Centro Democratico, partito che fa parte dell’alleanza di centro – sinistra, a sostegno della riconferma a Sindaco di Paolo Lucchi, entra nel vivo del confronto sulla tassazione comunale.Da parte sua il sindaco Paolo Lucchi ha confutato i dati di Zoffoli.

“Il candidato a Sindaco del centrodestra, che vuole presentarsi come ‘civico’ e ‘moderato’ non fa altro che riproporre le solite ricette sulla tassazione di questi ultimi 5 anni avanzate dal pdl e dalla Lega. La generalità delle famiglie cesenati arranca, fortunatamente non tutte e soprattutto non tutte con le stesse problematicità. Allora se ci sono i margini per allentare l’imposizione sulle seconde case, senza ridurre i servizi essenziali ai cittadini, non si deve procedere in modo uguale per tutti, come vuole la destra. Ad esempio si dovrebbe favorire prioritariamente chi cede in comodato gratuito una propria seconda casa ad un famigliare stretto, come un figlio, un genitore, un fratello” – sostiene Bartolomei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per sostenere i consumi e per questa via le attività produttive, artigianali e commerciali sarebbe preferibile sgravare l’addizionale comunale Irpef alle famiglie con un reddito inferiore ai 16.000 Euro lordi annui – continua l’esponente di Centro Democratico. La demagogia del centro destra non è solo quella di dipingere Cesena come la città delle tasse, contro l’evidenza delle statistiche ufficiali relative ai comuni della stessa dimensione in Regione, ma sta anche nel riproporre soluzioni vecchie e non più al passo con i cambiamenti dei bisogni sociali. Mi riferisco alla completa sostituzione degli asili nido comunali, capaci oggi di soddisfare tutte le richieste, con il privato sociale, quando quest’ultimo è uno strumento prezioso per le problematicità legate al crescente invecchiamento della popolazione e del numero di famiglie fragili. Senza considerare che il nostro territorio vanta uno dei sistemi più equilibrati tra pubblico e privato nella generalità del sociosanitario, ed in particolare per quanto attiene alla rete scolastica da zero anni sino alla maggiore età. Resta inteso che l’impegno della nostra coalizione, guidata dal Sindaco che ha dato già prova di sé, si svilupperà per favorire uno sviluppo competitivo delle imprese, rendendo sempre più certi, semplici e rapidi i processi amministrativi, e controllando adeguatamente la spesa della macchina comunale. E soprattutto favorendo l’occupazione, perché senza lavoro non c’è sviluppo e non c’è futuro” – conclude Bartolomei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento