Elezioni a Bagno di Romagna, il centrodestra ufficializza la candidatura di Alessia Ruggeri

Classe 1982, laureata con lode in giurisprudenza, libera professionista in uno studio notarile di Forlì, Ruggeri ha deciso di sfidare il sindaco uscente Marco Baccini.

Il centrodestra ufficializza la candidatura di Alessia Ruggeri a sindaco di Bagno di Romagna. Classe 1982, laureata con lode in giurisprudenza, libera professionista in uno studio notarile di Forlì, Ruggeri ha deciso di sfidare il sindaco uscente Marco Baccini, candidato per la lista "Visione Comune". "Ho valutato attentamente l’opportunità che mi è stata offerta e ho deciso, mossa da un grande entusiasmo, dalla voglia di mettermi in gioco e dal desiderio di dare un concreto contributo, di lavorare con impegno e determinazione per dare un’alternativa di governo al Comune in cui sono cresciuta e vivo con la mia famiglia", esordisce Ruggeri.

"Nelle prossime settimane incontrerò le imprese, le associazioni e i cittadini del mio Comune per capire i problemi e le istanze di ognuno, nella consapevolezza che solo con l’ascolto si può lavorare nell’interesse di una comunità - prosegue il candidato sindaco -. L’obiettivo è chiaramente quello di dare risposte concrete, chiare ed efficaci a quelle che sono le realtà più problematiche del nostro territorio e che in questi anni sono state dimenticate dall’attuale amministrazione".

"Leggo che qualcuno vorrebbe mettermi etichette addosso di appartenenza politica. Su questo desidero essere particolarmente chiara: non ho appartenenze politiche o partitiche, nè intendo averne. L'unica appartenenza che ho e sento viva e profonda è alla mia Comunità locale, da cui ho avuto tanto e a cui, a seguito della proposta di tanti concittadini che con entusiasmo contagioso mi hanno prospettato di vivere questa meravigliosa esperienza, vorrei provare insieme a loro a ridare qualcosa in termini di buona amministrazione e di bene pubblico. Se poi ci saranno partiti che condivideranno le nostre proposte, i nostri progetti, i nostri programmi saremo lieti di condividere con loro il percorso, a prescindere che siano partiti di centro, di destra o di sinistra o altro. Ad oggi questi partiti non ci sono. Se desidereranno confrontarsi ne saremo lieti e siamo aperti a tutti, partendo però da un solo punto di confronto che deve essere anche l'unico punto di arrivo: il bene del nostro territorio, di chi lo vive e di chi lo ama, come noi."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento