menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Andrea Rossi: "Stop alle periferie dormitorio. Il rilancio di Cesena passa dai quartieri"

Il secondo punto della lista civica "Cambiamo" per il rilancio dei quartieri cesenati è la riqualificazione delle proposte culturali e sportive

"Per progettare un vero rilancio di Cesena si deve partire dai suoi quartieri, soprattutto da quelli - e sono tanti - che in questi anni, depauperati di tutti i servizi, sono diventati dei veri e propri dormitori". Così Andrea Rossi, candidato sindaco della lista civica "Cambiamo", introduce una parte nevralgica del suo programma elettorale. Un'idea di città che parta dalla periferia e che può essere sintetizzata in tre punti sostanziali. 

"Con il supporto di un team di esperti, coadiuvati da molti cittadini - spiega - stiamo studiando, per ogni singolo quartiere, un elenco di criticità e le loro possibili soluzioni. Le zone più periferiche di Cesena presentano tante analogie, ma anche delle peculiarità distintive. Per cui occorre intervenire, zona per zona, con strumenti e progetti altamente profilati. In linea generale, però, è indispensabile ovunque una ristrutturazione delle sedi di quartiere che, oltre ad essere preziosi luoghi di aggregazione e 'laboratori' di idee, devono contribuire attivamente anche al presidio del territorio, diventando un punto di riferimento per l'intera frazione ed un 'ponte' efficace tra il cittadino, le istituzioni e le forze dell'ordine. Dunque, non sedi aperte un giorno alla settimana, ma avamposti sempre attivi con personale formato al servizio della comunità". 

Secondo Rossi "come deterrente contro la micro-criminalità sarà molto importante l'introduzione del 'Poliziotto di Quartiere', una figura preposta all'ascolto e, ovviamente, anche al presidio e - in caso di necessità - all'intervento operativo. All'interno della sede di quartiere, inoltre, occorrerà potenziare i cosiddetti Servizi di Prevenzione dell'Ausl, garantendo alla cittadinanza le prestazioni basiche della sanità (misurazione della pressione, controllo della glicemia e servizio infiltrazioni). Ma la sede di quartiere deve diventare anche un 'punto di ascolto' per gli anziani e le fasce più disagiate della società e, attraverso operatori adeguatamente formati, deve offrire all'utenza le prime risposte concrete". 

Il secondo punto della lista civica "Cambiamo" per il rilancio dei quartieri cesenati è la riqualificazione delle proposte culturali e sportive, partendo dalle biblioteche di quartiere "che - spiega Rossi - devono diventare spazi dinamici in cui convogliare interessi, progetti ed eventi. Devono proporre iniziative concrete per la frazione, calendarizzando una serie di appuntamenti che, laddove possibile, vanno creati in stretta sinergia con le risorse della comunità. Dunque, non più sportelli asettici dove 'prendere solo in prestito un libro', ma vere e proprie consolle operative per vivacizzare la vita culturale del quartiere". 

Il terzo punto è un "piano eventi" spalmato nei quartieri: "Ci sono iniziative e manifestazioni che, in passato, si è deciso di concentrare nei soliti spazi del centro storico, a discapito di altre luoghi più periferici. Occorre invece - secondo Rossi - decentrare in maniera più sistemica molti eventi pubblici, spalmandoli anche nelle realtà più periferiche del comune. Ad esempio, nel caso dei vernissage letterari, non è sempre necessario collocarli alla Malatestiana, ma possono essere degnamente ospitati anche in altri contenitori, come le biblioteche di quartiere appunto". 

Infine, per evitare di avere direttivi troppo politicizzati, Rossi chiede "un'elezione diretta dei membri del consiglio. In questo modo - conclude - la sede di quartiere non sarà più una grigia emanazione del partito di governo, ma diventerà uno spazio bipartisan realmente aperto a tutti".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento