rotate-mobile
Politica San Mauro Pascoli

Elezioni amministrative, da San Mauro Futura un appello contro astensionismo e scheda bianca

Il candidato sindaco Pascuzzi: "Votare scheda bianca oggi significa non solo dare un voto ai nostri competitor, ma anche ignorare e disinteressarsi totalmente della vita comunitaria sammaurese per puro menefreghismo o egoismo personale"

In vista delle prossime elezioni amministrative dell'8 e 9 giugno, il gruppo di centro destra sammaurese targato San Mauro Futura, lancia un forte appello all'importanza del voto attivo e responsabile. "Il non voto o la scheda bianca, in particolare per chi appartiene al mondo del centro destra, rappresentano una vera eresia, soprattutto in un momento storico come quello attuale", afferma il candidato sindaco Simone Pascuzzi. Ieri sera, presso il ristorante 2020, si è svolto un momento conviviale alla presenza di una cinquantina di ospiti e due onorevoli: Alice Bonguerrieri (Fratelli d'Italia) e Jacopo Morrone (Lega) che hanno sottolineato l'importanza della partecipazione al voto, ribadendo il sostegno unanime dei tre partiti di centro destra – Fratelli d'Italia, Lega e Forza Italia – al progetto politico di San Mauro Futura, rappresentato dal candidato sindaco Pascuzzi e dalla sua squadra.

"Il progetto San Mauro Futura nasce da un vero percorso di ascolto con i cittadini e i vari attori che amano la comunità sammaurese. Questo progetto propone una visione concreta e lungimirante per San Mauro Pascoli nei prossimi dieci anni, abbracciando diverse tematiche fondamentali: dalla sicurezza alle politiche industriali locali, favorendo l'attrazione di capitale imprenditoriale nel nostro distretto; dal turismo e piccolo commercio, con la creazione di un brand legato al territorio (non più rinviabile), alla questione del passaggio a livello, con un tavolo al Ministero dei Trasporti; dell'edilizia e settore edile, con un piano di espansione residenziale integrato ai servizi, all'ambiente e allo sport, fino alla gestione dei rifiuti, con la TARI che deve rimanere in gestione al Comune e deve avere una politica premiante per tutti quegli utenti che con buone pratiche minimizzano l'indifferenziato - afferma Pascuzzi - Senza parlare del nostro bellissimo progetto in campo sociale chiamato Kampus Giovannino, un vero spazio sociale e pedagogico per i nostri giovani in cui si potrà realmente fare crescita attiva. Un sogno nel nostro cassetto è l'istituzione di un ITS in campo agroalimentare proprio nel vecchio essiccatoio di tabacchi a due passi da Villa Torlonia e tanto tanto altro".

"Votare scheda bianca oggi significa non solo dare un voto ai nostri competitor, ma anche ignorare e disinteressarsi totalmente della vita comunitaria sammaurese per puro menefreghismo o egoismo personale - conclude il candidato sindaco di San Mauro - Il voto è un diritto e un dovere civico fondamentale per il futuro del nostro comune. È essenziale che ogni cittadino si rechi alle urne e faccia sentire la propria voce per sostenere un progetto che mira a migliorare la qualità della vita di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative, da San Mauro Futura un appello contro astensionismo e scheda bianca

CesenaToday è in caricamento