Politica

Elezioni, per il programma Progetto Liberale raccoglie le opinioni su Facebook

Tra i punti chiave "il rilancio economico della città, con una necessità di contrastare la crisi con sgravi fiscali e sburocratizzazione, traendo risorse dalla vendita di pacchetti azionari di società partecipate

In vista delle elezioni del prossimo maggio, Progetto Liberale Cesena ha cominciato a fare e raccogliere proposte utilizzando il web, pubblicando punti di programma in pillole sulla pagina Facebook (https://www.facebook.com/ProgettoLiberale). "In particolare abbiamo cominciato a dare qualche indicazione sulle nostre posizioni riguardo ai principali argomenti su cui concentreremo la nostra attenzione", affermano Stefano Angeli e Ugo Vandelli.

Tra i punti chiave "il rilancio economico della città, con una necessità di contrastare la crisi con sgravi fiscali e sburocratizzazione, traendo risorse dalla vendita di pacchetti azionari di società partecipate, anche perché il comune deve fare sempre più l’arbitro e sempre meno il giocatore". Tra le priorità anche "la viabilità, il traffico e i parcheggi, con la volontà di invertire la direzione di marcia su questo tema e tornare a rendere il traffico più fluido ed i parcheggi adeguati, fruibili e meno cari anche per il centro storico".

Sul fronte sicurezza, per Angeli e Vandelli "occorre usare meglio le risorse, per esempio spostando al Caps il commissariato per risparmiare onerosi affitti, migliorando la collaborazione tra le varie forze di polizia e riequilibrando gli organici a disposizione a vantaggio di Cesena, da sempre a corto di uomini".

Tra i punti chiave "la Sanità e i servizi alla persona, approfittando dell’unificazione delle aziende sanitarie romagnole per ridurre drasticamente il numero di dirigenti, razionalizzare gli apparati amministrativo-burocratici per salvare risorse a vantaggio dei servizi per chi ne ha davvero bisogno e ne ha davvero diritto. I rapporti con Hera, da ribaltare più a vantaggio dei contribuente e meno a vantaggio della holding, con un comune controllore piuttosto che socio".

Angeli e Vandelli invocano "una urbanistica nuova, con regole semplici, chiare e soprattutto uguali per tutti. Favorendo l’affidamento delle opere pubbliche a giovani progettisti locali piuttosto che ai costosi architetti di fuori. Opere pubbliche fatte per durare e non solo per fare scena. Sport e Cultura come motore dell’economia e del turismo, con meno slogan e più strutture, con un teatro Bonci di nuovo nostro e con una Biblioteca malatestiana sfruttata in tutta la sua potenzialità. Questi sono spunti su cui tutti possono fare osservazioni e dare suggerimenti tramite il nostro sito internet (www.progettoliberale.it) attivo da quasi un anno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, per il programma Progetto Liberale raccoglie le opinioni su Facebook
CesenaToday è in caricamento