menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, ambiente: Enzo Lattuca firma il manifesto "La Svolta Verde"

Dice Lattuca: "È la base da cui partire per affrontare i cambiamenti climatici e allo stesso tempo per creare nuove occasioni di sviluppo e innovazione nel nostro territorio"

Il manifesto "La svolta verde – Manifesto in 10 punti per l’economia verde e l’ambiente in Emilia Romagna” presentato dal consigliera regionale Lia Montalti il27 aprile ha trovato una prima e importante adesione, quella di Enzo Lattuca, candidato sindaco di Cesena. "Sono convinto - afferma Enzo Lattuca - che investire sulla green economy sia una grande opportunità anche per la città di Cesena. È la base da cui partire per affrontare i cambiamenti climatici e allo stesso tempo per creare nuove occasioni di sviluppo e innovazione nel nostro territorio".

"Sono molto soddisfatta - sottolinea Montalti - che Enzo Lattuca abbia aderito al manifesto ‘La Svolta Verde’, dando così un segnale positivo di grande attenzione verso l’economia verde e l’ambiente. Le stime dicono infatti che entro il 2023 in Italia la green economy arriverà ad avere il 50% di lavoratori a inizio carriera in più rispetto al digitale, e che nei prossimi cinque anni potranno esserci fino a 200mila lavoratori in più nella sola Emilia-Romagna, nei settori dell’economia verde.  È una sfida da cogliere e mi auguro che Cesena possa diventare la città capofila in Emilia-Romagna di questa proposta che mette al centro la sostenibilità, l’ambiente e il lavoro".
 
"Ho aderito al manifesto “La Svolta Verde” di Lia Montalti in modo convinto - prosegue Lattuca -. Nel nostro programma mettiamo al centro le politiche ambientali e diverse proposte contenute nel manifesto, nella convinzione che la qualità della nostra vita sia fortemente legata alla qualità dell'ambiente che ci circonda e in cui siamo immersi. Ne cito alcune: riqualificare, senza alcun impatto ambientale, gli argini del Fiume Savio, con la creazione di sentieri ciclo-pedonali per passeggiare e fare sport; estendere il progetto ‘Cambiamo marcia’, che già oggi ha convinto più di 400 cesenati ad abbandonare la macchina per andare al lavoro in bicicletta, anche a chi compie la stessa scelta utilizzando i mezzi pubblici; ridurre le emissioni in atmosfera, con interventi mirati di efficientamento energetico in edifici pubblici e privati, prevedendo un sistema di incentivi crescenti per chi decide di intervenire sulla propria casa. Infine voglio raccogliere la sfida di Lia Montalti sulla messa al bando della plastica monouso. Prima ancora che diventi obbligatorio nel 2021, vogliamo incoraggiare cittadini, commercianti e imprese ad abbandonare fin da subito la plastica monouso, in favore di materiali alternativi riciclabili o riutilizzabili, per fare di Cesena la prima città Plastic Free dell’Emilia-Romagna".

"La differenza nel raggiungimento di questi obiettivi - concludono Montalti e Lattuca - la faranno proprio i territori. La giornata di oggi è quindi il primo passo di un impegno che dovrà vederci protagonisti anche nei prossimi anni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento