Politica

Elezioni alle porte, cena di finanziamento di Fratelli d'Italia per l'attività politica

"Una grande partecipazione, qualificata anche da sindaci, vicesindaci, assessori, consiglieri comunali, rappresentanti delle associazioni, dirigenti di partito e tanti simpatizzanti che ci fa piacere e che ci indica come la strada intrapresa sia quella giusta"

Le elezioni amministrative alle porte, i nodi dello sviluppo territoriale, le emergenze da affrontare fino ai grandi temi della politica nazionale. La convivialità ha fatto da cornice alla cena di Fratelli d'Italia, che si è tenuta venerdì scorso all'agriturismo Cà ad Pancot di Cesena, dove decine di amministratori locali, dirigenti, iscritti e simpatizzanti del partito, si sono ritrovati per fare il punto dopo mesi di intenso lavoro sul territorio.

“Una grande partecipazione, qualificata anche da sindaci, vicesindaci, assessori, consiglieri comunali, rappresentanti delle associazioni, dirigenti di partito e tanti simpatizzanti che ci fa piacere e che ci indica come la strada intrapresa sia quella giusta – commenta Alice Buonguerrieri, commissario di Fratelli d'Italia di Cesena e vice commissario provinciale – Una strada fatta di ascolto del territorio, radicamento territoriale e impegno per affrontare le criticità del Cesenate. Pensiamo alla sicurezza a Cesena e Cesenatico, ad esempio, dove le amministrazioni di Lattuca e Gozzoli, a parte le parole, non hanno saputo mettere in campo politiche lungimiranti, così i cittadini si ritrovano in balìa di furti, danneggiamenti e un senso generale di insicurezza che non è più tollerabile. A livello territoriale manca poi una organica visione dello sviluppo, soprattutto economico: e lo stato della principale infrastruttura di collegamento, la E45, ne è il principale indicatore. La chiusura del viadotto del Puleto ha impattato sulle imprese, già colpite duramente dalle chiusure dovute al Covid. Su questi temi ed altri temi c'è un silenzio generale da parte della sinistra territoriale facente parte del Governo in carica. Silenzio rotto da Fratelli d'Italia che, grazie anche all'interesse di Galeazzo Bignami, sta portando le questioni sui tavoli nazionali. Il deputato era presente alla cena della scorsa settimana e ha ribadito il pieno sostegno agli amministratori cesenati, per poi fornire una panoramica sul lavoro nazionale che il partito sta strutturando: dalla Commissione di inchiesta sulla pandemia ai rapporti con il Governo, dal Pnrr al rilancio dell'economia del nostro Paese".

“Ringraziamo l'onorevole Bignami per la preziosa attenzione che costantemente riserva al nostro territorio – prosegue Buonguerrieri – E' stato un piacere averlo ancora una volta con noi, i suoi consigli sono sempre utili per migliorare la nostra azione anche nel Cesenate e non solo. La presenza di decine di amministratori locali ha confermato ancora una volta l'ottima squadra del centrodestra e di Fratelli d'Italia: una squadra capace di vincere le elezioni, ma soprattutto di amministrare bene, che in fin dei conti è l'aspetto più importante. Partendo da questo gruppo si può costruire una nuova classe dirigente per l'intero territorio: se si è vinto a Forlì si può vincere anche a Cesena; se si è vinto per la prima volta nella storia a Predappio lo si può fare anche a Bagno di Romagna, Mercato Saraceno, Gambettola, Savignano sul Rubicone, San Mauro Pascoli, in tutti quei Comuni insomma dove la sinistra ha smesso da tempo di amministrare il territorio – conclude Alice Buonguerrieri - ma si è occupata di gestire il potere”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni alle porte, cena di finanziamento di Fratelli d'Italia per l'attività politica

CesenaToday è in caricamento