Elezioni a Verghereto, le considerazioni del consigliere uscente di minoranza Federico Sensi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Da attento osservatore delle prime uscite di questa breve campagna elettorale per le prossime elezioni comunali del 20 settembre rimango sinceramente stupito da ricorrenti informazioni errate che vengono diffuse a più riprese in particolar modo da candidati e sostenitori della lista Salvi, ritengo quindi opportuno fare alcune precisazioni in merito visto il ruolo di Vicesindaco che ho ricoperto per cinque anni nella amministrazione di centrosinistra dal 2010 al 2015.

Nelle presentazioni della nuova lista Salvi ho sentito il candidato sindaco e il vicesindaco Cammili vantarsi per aver sistemato un presunto disavanzo di amministrazione di 450.000 euro lasciato in eredità dalla giunta Guidi, non esiste affermazione più errata e falsa di quanto espresso dai due esponenti di spicco della destra vergheretina. Il disavanzo c'era ma era dovuto alla mancanza delle entrate relative alle multe dell'autovelox della E45, avendo dovuto fermare l'attività sanzionatoria (come richiesto dalla magistratura) la giunta Guidi si trovò davanti ad un ammanco di bilancio di 1.200.000 euro che cercammo di recuperare nel corso di quattro anni. Riuscimmo in parte a risanare quel bilancio “drogato” rientrando di 750.000 euro, facendo molti sacrifici e rinunciando a tanti obbiettivi che ci eravamo prefissati. Ma proprio chi in questo momento si sta vantando del risanamento del debito è lo stesso che creò quel problema, Camillini, allora Sindaco e oggi Vicesindaco, falsando il bilancio di un piccolissimo comune come Verghereto con un'attività sanzionatoria spropositata rispetto alle reali dimensioni della nostra realtà.

Sento inoltre numerose affermazioni in merito ad una presunta volontà della vecchia amministrazione Guidi di voler portare l'area del monte Fumaiolo sotto i vicoli di area protetta, anche questa è una bugia bella e buona. Ci trovammo realmente davanti alla possibilità di un ampliamento del parco delle Foreste Casentinesi, venne fatta una proposta alla nostra amministrazione di centrosinistra per far confluire parte del nostro territorio nell'area protetta già esistente, ma noi fin da subito rigettammo la proposta. Rifiutammo non per particolari preconcetti nei confronti delle aree protette, che in molte realtà disagiate hanno portato turismo e benessere, ma perchè il nostro territorio è una fucina di imprese agricole e artigiane che ben si amalgamano con la bellezza del nostro Comune e che quindi non ritenevamo opportuno portare nuovi vincoli e nuove restrizioni ad una realtà già sottoposta a numerose limitazioni.

Mi auguro che i candidati di entrambe le liste si concentrino da oggi in avanti sui programmi, al momento si è visto poco o nulla da entrambe le parti, e sulle prospettive di un Comune in grossa difficoltà e non su inutili polemiche. Dopo cinque anni di amministrazione Salvi ci troviamo un territorio più povero, da un punto di vista economico e culturale, isolato dagli altri enti a noi vicini perchè incapace di dialogare e trovare sinergie vincenti. Mi auguro sinceramente che al posto delle falsità e delle bugie che stanno inondando questa campagna elettorale si facciano largo proposte e idee concrete per il futuro di Verghereto, purtroppo al momento questo sembra solo un vero e proprio auspicio".

Federico Sensi
consigliere comunale uscente del gruppo di minoranza “SiAmo Verghereto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento