rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Politica Longiano

Elezioni a Longiano, il candidato sindaco Venturi: "Ripartire dalla promozione turistica". Ecco il programma

Il candidato sindaco presenta i punti programmatici su turismo e cultura: teatro luogo di incontro, un evento legato al fumetto, info point turistici diffusi

“Il rilancio di Longiano deve partire dalla promozione turistica”. Ne è convito Matteo Venturi, candidato sindaco della lista civica Siamo Longiano. “Non è possibile promuovere un evento atteso come la Sagra della ciliegia, in programma il 28 e il 29 maggio, in una settimana. Solo sabato scorso si è saputo ufficialmente che l’evento si sarebbe tenuto, mentre altri Comuni hanno presentato in questi giorni il cartellone di tutta l’estate, fino a settembre. A Longiano la programmazione è carente”, critica Venturi.

Il candidato sindaco coglie l’occasione per illustrare i punti su cultura e turismo che costituiscono la parte più corposa del programma amministrativo della lista Siamo Longiano. “Le nostre eccellenze culturali - spiega - devono parlare di più tra loro. Occorre uno sguardo d’insieme, una cabina di regia, una direzione artistica, che sviluppi sinergie virtuose per lanciare il brand Longiano”.

Per Venturi il teatro Petrella “è uno spazio sacro di cui il Comune deve avere la massima cura per quanto riguarda le manutenzioni necessarie e la programmazione. Per questo aumenteremo l’attuale contributo erogato. I gestori del teatro avranno cura di predisporre un calendario condiviso con l’Amministrazione comunale. Gli spazi teatrali dovranno essere sempre più luogo di incontro, anche grazie al coinvolgimento di forze locali legate al mondo della cultura. Apriremo il teatro a conferenze pubbliche con la cittadinanza per informarla puntualmente sulla gestione e sull’attività proposta. Nella programmazione sarà dato adeguato spazio al teatro scolastico. Confermeremo la rassegna dialettale e riapriremo il teatro a proiezioni cinematografiche, acquistando le dovute attrezzature”.

Spazio anche all’arte sostenendo l’attività della fondazione “Tito Balestra”, accreditata di recente al Sistema museale nazionale. In collaborazione con la stessa sarà promosso un appuntamento di richiamo, per un pubblico giovanile e non solo, legato al mondo del fumetto e dell’animazione.

Al Museo di Arte Sacra saranno proposti eventi musicali adeguati allo spazio, conferenze ed esposizioni temporanee. Si cercherà un locale d’appoggio per archiviare il materiale raccolto in eccedenza.

L’inestimabile valore della raccolta della biblioteca storica “Lelio Pasolini” sarà maggiormente valorizzato attraverso l’esposizione temporanea di volumi nei musei longianesi e attività di ricerca con Università e istituti culturali.

Il Museo del Territorio sarà messo in sicurezza e si procederà con la digitalizzazione del suo archivio, attraverso l’affiancamento di giovani del Servizio civile all’attuale gestore, favorendo il dialogo giovani-anziani. 

“Nel sostegno alla cultura - ricorda Venturi - le imprese del territorio potranno fare la loro parte attraverso l’Art Bonus. Chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, come previsto dalla legge, potrà godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta”.

Nel programma di Siamo Longiano ci sono anche la creazione di una web radio tv per diffondere le iniziative e le bellezze del territorio e la creazione di un’Accademia artistica per far crescere partecipanti e collaboratori a nuovi progetti quali “Romagna Mia”, per la valorizzazione della musica, del ballo, della gastronomia e della cultura del territorio, e “Longiano Città del libro” per la valorizzazione della poesia e della letteratura.

“Una città turistica come Longiano - prosegue Venturi - funziona solo se funziona per la cittadinanza. Prioritaria sarà la partecipazione dei cittadini alla vita sociale del paese”. Da qui la necessità di ricostruire una Pro loco, possibilmente attiva su tutto il territorio comunale, concedendole adeguati spazi di manovra.  Gli esercenti potranno aderire a una rete di “info point” turistici diffusi. Si chiederà, oltre alla partecipazione a un corso formativo, di mettere in vista i materiali promozionali e turistici sulla città. In cambio, il Comune offrirà agli operatori aderenti alcuni sgravi fiscali.

“Per migliorare l’attrattività del paese - ribadisce Venturi - occorre strutturare la programmazione degli eventi. Sarà sviluppato un contenitore ampio di “Estate longianese”, una rassegna, promossa nel suo complesso, che metta insieme tanti appuntamenti organizzati da associazioni, esercenti, parrocchie, realtà culturali, nel capoluogo e nelle frazioni, coinvolgendo tutte le risorse locali e valorizzando spazi noti e meno noti della città”. Per rilanciare il turismo, la lista civica propone scambi e gemellaggi con le località rivierasche con isole turistiche di Longiano al mare e percorsi in collina provenienti dalle città partner balneari. Inoltre Longiano si proporrà come sede dislocata per eventi di comuni limitrofi. Spazio anche al turismo lento, legato alla valorizzazione dei prodotti tipici del territorio e alla mappatura della rete sentieristica, sempre in collaborazione con i Comuni limitrofi.

Saranno promossi percorsi per promuovere il turismo sacro, fiore all’occhiello del borgo, grazie alle chiese e alle preziose opere custodite. Sarà valorizzata anche la chiesetta di Santa Marina di Massa, restaurata da Ilario Fioravanti, favorendone la partecipazione a un circuito dedicato all’architetto e artista cesenate. In inverno sarà rilanciata la manifestazione “Longiano dei presepi”, affidandola a un direttore artistico e coinvolgendo le scuole d’arte con un concorso collegato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Longiano, il candidato sindaco Venturi: "Ripartire dalla promozione turistica". Ecco il programma

CesenaToday è in caricamento