rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Edilizia scolastica, il Comune sfonda il tetto dei sei milioni di investimenti

Gli investimenti più significativi riguardano la Scuola primaria “B. Munari” e la Scuola d’infanzia “Giardinetto” di Sant’Egidio nel polo scolastico di Via Anna Frank

Dal giugno 2018 al dicembre 2019 sono 15 i progetti di edilizia scolastica approvati e finanziati dal Comune di Cesena per una somma complessiva che tocca il tetto di 6 milioni di euro. Nella maggior parte dei casi si tratta di interventi di consolidamento e miglioramento sismico ed energetico che hanno riguardato,o che interessano tuttora, numerose scuole distribuite nei diversi quartieri del territorio comunale di Cesena. 

Gli investimenti più significativi riguardano la Scuola primaria “B. Munari” e la Scuola d’infanzia “Giardinetto” di Sant’Egidio presso il polo scolastico di Via Anna Frank per un importo complessivo che supera i 2.500.000 euro. I lavori, finalizzati a garantire all’istituto una migliore tenuta in caso di terremoto e una maggiore efficienza per quanto riguarda il fabbisogno di energia, si inseriscono nella serie di interventi di efficienza strutturale ed energetica annoverati nel programma poliennale che ha già portato a mettere mano sulle scuole di Borello e della Fiorita. 

Altri investimenti significativi hanno interessato la Scuola primaria Oltresavio, la Scuola secondaria Pascoli, le Scuole dell’infanzia di Case Castagnoli, Calabrina, Villachiaviche, Calisese, San Vittore, Sant’Egidio, Ponte Abbadesse, e ancora le Scuole primarie di Ponte Abbadesse, Villachiaviche e Borello e diversi altri impianti sportivi. Si tratta, per quanto riguarda quest’ultima carrellata di edifici scolastici, di progetti avviati da aprile a luglio e in gran parte chiusi o in via di conclusione. 

Altri interventi hanno riguardato, ad esempio, la realizzazione della pista ciclopedonale a servizio della Scuola dell’infanzia di Villarco per un ammontare complessivo di 30 mila euro (compresi alcuni lavori di sistemazione del giardino). Il circuito, la cui realizzazione è stata richiesta dai cittadini e presentata trai progetti dell’edizione 2017 di Carta Bianca, si dipana per circa un’ottantina di metri, e presenta una carreggiata, larga un metro e mezzo, e regolata con un doppio senso di marcia, con le corsie delimitate dalla linea tratteggiata. Inoltre, per garantire la sicurezza dei piccoli ciclisti, la base in calcestruzzo della pista è stata pavimentata con gomma antitrauma, allegramente colorata di verde e rosso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia scolastica, il Comune sfonda il tetto dei sei milioni di investimenti

CesenaToday è in caricamento