E45, Raffaelli (Lega): "Risolvere con priorità un problema ereditato dal passato"

“Tra i casi di precarietà infrastrutturali fotografati in Italia, quello dell’E45, in particolare nel tratto appenninico al confine tra Romagna e Toscana, è uno dei più evidenti e preoccupanti perché quell’arteria è fondamentale per i collegamenti dal centro-sud al nord"

“Tra i casi di precarietà infrastrutturali fotografati in Italia, quello dell’E45, in particolare nel tratto appenninico al confine tra Romagna e Toscana, è uno dei più evidenti e preoccupanti perché quell’arteria è fondamentale per i collegamenti dal centro-sud al nord e le ricadute negative di una sua inagibilità si ripercuotono a catena in un’area molto vasta, oltre a provocare danni e disagi gravi ai residenti e al tessuto economico. E’ tuttavia evidente che da anni si lanciano allarmi sulla situazione di quella via di comunicazione e c’è chi ha criticato un immobilismo di enti e istituzioni che dura da un ventennio. Anche in questo caso, che ci arriva dal passato, ci attiveremo per sollecitare soluzioni urgenti, ma vorremmo anche conoscere, una volta che sarà ripristinata la viabilità, a chi si debbano ascrivere gli incomprensibili ritardi su questo problema. Non è possibile che di fronte a emergenze note e datate non si identifichino mai i soggetti che avrebbero dovuto provvedere. Stupiscono, infatti, l’attuale frenetico attivismo di certi esponenti delle Istituzioni, che sulla questione dell’E45, al di là dei proclami propagandistici, non sono mai andati, e le dichiarazioni del sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, che, anche se perfettamente a conoscenza del fatto che l’attuale governo è totalmente estraneo a quanto accaduto, non perde occasione per coinvolgerlo e per sollecitarlo a intervenire. Non ricordiamo altrettanta sollecitudine delle istituzioni del Pd riminese nei confronti dei passati Governi e sul nulla di fatto che ci hanno lasciato”. E' quanto ha dichiarato il deputato della Lega, Elena Raffaelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento