Politica

E' in arrivo una stretta sui monopattini, il M5S cesenate: "Confermati i nostri timori"

"Con la primavera e con le riaperture rispuntano fuori i monopattini e i problemi che questi attrezzi si portano dietro, problemi mai risolti"

"Con la primavera e con le riaperture rispuntano fuori i monopattini e i problemi che questi attrezzi si portano dietro, problemi mai risolti né colpevolmente mai affrontati con impegno dal Comune". Ad affermarlo è il M5S cesenate.

"Era fine luglio 2020 quando a Cesena venivano presentati i monopattini elettrici, e di lì a poche settimane accadevano i prevedibili disagi legati ad una totale assenza di preparazione, normativa e programmatica. L’esperienza e la lungimiranza guidano al futuro che diventa presente e a Genova, dove si delibera, memori dei problemi generati dai monopattini lo scorso anno in quella grande città, che dal prossimo 1 giugno entri in vigore la nuova ordinanza, che prevede obbligo del casco e limiti di velocità precisi, a seconda delle zone della città. E questo ricorda il nostro consiglio all’amministrazione proprio sulla necessità di provvedimenti regolamentari per la circolazione dei monopattini (proprio il casco e inoltre il patentino)".

"L’ordinanza del Comune di Genova prevede che l’inosservanza delle regole comporterà sanzioni amministrative anche gravi, previste dal Codice della Strada. Di più, è di pochi giorni fa l’articolo del Sole24ore che preannuncia una stretta nazionale sul tema monopattini, con tanto di Ddl (C 2675), su cui la commissione ha iniziato a discutere giovedì 15 aprile, mentre al Senato era stato appena presentato un ulteriore disegno (S 2140) sempre sullo stesso argomento. Decreti che propongono novità importanti, tra cui quelle di maggior “peso” sono la guida riservata ai maggiorenni, l’obbligo di casco e del giubbotto catarifrangente e il divieto, importantissimo, di circolazione dopo il tramonto".

"Tra i contenuti in discussione, anche il limite di velocità a 20 km/h (confermando quello del DM) e la possibilità di circolare solo sulle strade urbane con un limite di 30 km/h, oltre che sulle piste ciclabili; da ultimo anche il divieto di sosta sui marciapiedi, con possibilità di rimozione, e conseguente sanzione, oltre all’ipotesi sempre più concreta di una copertura assicurativa obbligatoria (visto il numero preoccupante degli incidenti causati). A conti fatti il presente ci conferma i tanti timori che noi M5S di Cesena avevamo espresso meno di un anno fa, su una iniziativa lodevole ma che sottolineavamo, meritava e merita attenzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' in arrivo una stretta sui monopattini, il M5S cesenate: "Confermati i nostri timori"

CesenaToday è in caricamento