menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' già caos nel nuovo soggetto politico di sinistra: malumori e fibrillazione in casa Mdp

Malumori per un'iniziativa politica di cui i vertici del partito non erano stati avvisati. Prove tecniche di future alleanze?

E' caos nella sinistra cesenate. Dopo che in Parlamento si è consumato lo strappo tra Pd e i suoi fuoriusciti di Mdp (articolo 1 – Movimento democratici progressisti), che fanno capo a Pierluigi Bersani, martedì i due consiglieri comunali di Articolo 1 Mdp (Giuseppe Zuccatelli e Leonardo Biguzzi) hanno indetto una conferenza stampa insieme a un rappresentante di Sinistra Italiana (Ermes Zattoni) e un rappresentante di Possibile, la formazione politica che fa capo a Pippo Civati (Massimiliano Rocchi, ex M5S), entrambi non consiglieri comunali, per spiegare quale sarà la loro posizione sul Bilancio 2018.

Ma l'incontro ha destato sorpresa e malumore all'interno dello stesso Mdp, i cui vertici politici non sarebbero stati informati e si sono trovati spiazzati rispetto ad un'iniziativa politica che fuoriusciva dal gruppo consigliare. I due consiglieri comunali, per parlare con la stampa di un tema che riguarda strettamente il consiglio comunale, hanno chiamato all'incontro anche due rappresentanti politici locali privi di rappresentanza in consiglio, come ad un incontro di (futura) coalizione politica, con tanto di bandiere di partito.

La seconda incongruenza rilevata nella giornata di fibrillazione è che i due consiglieri comunali hanno sempre detto che non vogliono rompere con l'attuale giunta, considerandosi parte attiva della maggioranza, ma l'incontro pubblico di coalizione si è tenuto con esponenti che, al contrario, hanno sempre manifestato netta contrarietà all'operato del sindaco, come Ermes Zattoni, di Sinistra Italiana, spesso in disaccordo con la politica del Partito Democratico. Negli ambiente politici è stato ritenuto un segnale, dopo la rottura a livello nazionale, mandato anche all'amministrazione guidata da Paolo Lucchi. Una fuga in avanti, che tuttavia ha escluso, soggetti come  Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani, che indica crepe e dissensi nel fronte, tutto nascente a Cesena, del soggetto politico a sinistra del Pd. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento