Duro attacco di LeU al M5S: "Forza di destra che si oppone al miglioramento di Cesena"

"Avremmo voluto parlare della nostra proposta di rendere gratuiti, a Cesena, asili nido e scuole materne", evidenzia

Gli esponenti di Leu

"Nel giorno in cui il Ministro degli Interni, Matteo Salvini, propone un censimento dei rom che si trovano sul territorio italiano, il Movimento 5 Stelle a Cesena decide di non accettare un dialogo concreto e costruttivo con il gruppo consiliare di Articolo Uno - LeU perché si sente offeso dalle critiche rivolte al governo nazionali da alcuni nostri militanti di partito". Queste le parole di Leonardo Biguzzi di Articolo Uno - LeU, che precisa: "Avremmo voluto parlare – così come abbiamo già fatto con ogni forza di maggioranza od opposizione seduta in consiglio comunale– della nostra proposta di rendere gratuiti, a Cesena, asili nido e scuole materne. Una proposta, che ha raccolto ampio consenso tra le forze politiche e sociali della città, nata per aiutare le tantissime famiglie che ogni mese sono in difficoltà e fanno sacrifici per pagare le rette".

"Avremmo voluto raccogliere rapidamente i contributi ed il punto di vista del M5S sulla nostra proposta per far approvare quanto prima possibile questa necessaria misura. Avremmo voluto anche sapere se il M5S-Cesena (nell’incertezza sul “se” e “quando” arriverà il reddito di cittadinanza promesso da Di Maio) era disponibile ad appoggiare e far partire da subito un reddito di formazione comunale andando incontro ai bisogni di studenti e lavoratori che sono chiamati ad affrontare le prossime trasformazioni del lavoro - prosegue -. Avremmo voluto provare a cambiare in meglio la nostra città andando al di là delle posizioni sul governo del paese , ed avremmo voluto farlo ascoltando anche il M5S, ma, così come avviene a livello nazionale, i dirigenti di quella forza politica preferiscono mandare tutto all’aria pur riconoscendo la bontà delle proposte che, dichiarano, "fanno parte anche del nostro programma elettorale". Lo fanno pur di proteggere l’onore di un alleato a livello nazionale la cui ricetta è leggi contro immigrati e rom e tasse più basse ai ricchissimi".

"Ci sembra chiaro, a questo punto, che il M5S voglia insistere nella sua netta opposizione ad ogni proposta di miglioramento della città trincerandosi dietro a politicismi inutili ed alla difesa della Lega - conclude -. Noi, nonostante ciò, perseguiteremo a portare avanti le nostre proposte con il sostegno delle tante forze di maggioranze ed opposizione che si sono dette interessate e disponibili ad un dialogo. Lo faremo stringendo l’alleanza che intendiamo preservare più di ogni altra cosa: quella con quella parte della nostra città che ogni giorno combatte con le difficoltà economiche e sociali e con l’inconcludenza della politica “chiacchierona” di questo M5S di Cesena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento