rotate-mobile
Politica

Due giovani senzatetto dormono davanti alla scuola, Forza Italia: "Sbagliato il modello assistenzialista del Comune"

E' arrivata in mattinata la segnalazione di un bivacco notturno davanti alla scuola media Plauto e sul tema emergenza casa interviene il commissario comunale di Forza Italia Michele Pascarella

E' arrivata in mattinata la segnalazione di un bivacco notturno davanti alla scuola media Plauto e sul tema emergenza casa interviene il commissario comunale di Forza Italia Michele Pascarella: "Si fa sempre più pressante l’emergenza dei senza tetto in città come dimostra oggi il bivacco notturno davanti alla scuola media Plauto, vicino alla stazione, di due ragazzi senza fissa dimora. Una situazione degna di attenzione perché purtroppo è figlia di una politica sbagliata che ha reso attrattiva per queste persone vulnerabili la nostra città. I servizi che il comune ha messo in campo sono il frutto di un’ideologia assistenzialista che non aiuta queste persone ad intraprendere un percorso finalizzato ad un integrazione sociale e lavorativa". 

Prosegue Pascarella: "Proprio per questa politica sbagliata l’Asp ha un pesante passivo ed un serio contenzioso con i dipendenti per cui il comune (cioè, noi) ogni anno è costretto ad intervenire per sanarne il bilancio.  Chi nel mondo del volontariato è a contatto con questa realtà riferisce che si tratta di persone che vengono per lo più da Ravenna, Rimini e Bologna ed in minima parte da altre città italiane per cui le risorse che questo modello richiede sono assolutamente insufficienti a soddisfare un numero di persone che cresce giorno dopo giorno.Per affrontare nella maniera giusta il problema, andrebbe preso ad esempio il modello seguito dall’assessorato al Welfare del Comune di Forlì all’epoca in cui era diretto da Rosaria Tassinari: si trattava di lavoro di assistenza ma anche di ‘uscita dal bisogno’, costruito con pazienza e continuità insieme alle associazioni del terzo settore in modo sussidiario. Purtroppo, a Cesena da tanti anni gli enti del terzo settore sono stati chiamati ad eseguire ed a fare da cinghia di trasmissione del consenso elettorale". 

"La proposta di Forza Italia - prosegue la nota - è invece valorizzare e liberare le energie presenti nella società e che afferiscono alle tante imprese che già operano nel campo dell’impegno sociale verso le persone vulnerabili e le famiglie in difficoltà. L’ente pubblico non può riuscire a far fronte ai tanti disagi ( emergenza abitativa, lavoro povero, persone senza fissa dimora, disagio giovanile  aumento età media solo per citarne alcuni). Per noi è fondamentale applicare la sussidiarietà che è un principio fondamentale della dottrina sociale della chiesa e che è alla base del nostro impegno nella società. Il lavoro fatto a Forlì da Rosaria Tassinari è stato il frutto dell’attività di ascolto di chi opera da sempre nel terzo settore, condividendone le strategie senza presupporre un’autonomia decisionale distaccata dai reali bisogni delle persone e senza l’approccio ideologico che connota la sinistra”.                                      
                                                                   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due giovani senzatetto dormono davanti alla scuola, Forza Italia: "Sbagliato il modello assistenzialista del Comune"

CesenaToday è in caricamento