menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dissesti, da Governo e Regione in arrivo 20 milioni per la costa romagnola

Nello specifico 18,5 milioni arriveranno dal Governo grazie al progetto Italia Sicura, mentre il completamento degli interventi è stato possibile grazie ad un ulteriore intervento della Regione da 1,5 milioni di euro

Dal Governo e dalla Regione Emilia-Romagna sono in arrivo 20 milioni di euro per il ripascimento dell’intera costa romagnola con interventi previsti da Comacchio fino a Cattolica. Lo ha confermato giovedì pomeriggio il presidente della Regione Stefano Bonaccini durante l’incontro tra la Giunta regionale e gli amministratori della provincia di Forlì-Cesena. Nello specifico 18,5 milioni arriveranno dal Governo grazie al progetto Italia Sicura, mentre il completamento degli interventi è stato possibile grazie ad un ulteriore intervento della Regione da 1,5 milioni di euro.

Gli accordi di programma tra Stato e Regioni saranno firmati il prossimo 4 novembre in occasione dell’anniversario dell’alluvione di Firenze. "Cesenatico insieme al resto della costa romagnola - afferma il consigliere regionale Lia Montalti - è stata inserita nella prima tranche di finanziamenti da 650 milioni, insieme a città come Bologna, Genova, Firenze, Olbia, Venezia. Di questi ben 100 milioni di euro arriveranno sul territorio regionale per interventi di prevenzione del dissesto idro-geologico. Ciò dimostra la grande attenzione che Governo e Regione hanno destinato alla nostra costa dopo l’alluvione del febbraio scorso. In particolare il presidente Bonaccini ha ribadito l’impegno per progetti strutturali di difesa della costa”.

"Si tratta di un’importantissima risposta data al nostro territorio comunale e ai nostri operatori - commenta il capogruppo Matteo Gozzoli - un intervento atteso da anni che dà risposte in termini di difesa del territorio e prevenzione dalle alluvioni e dall’altro contiene un indubbio valore per garantire la continuità e la qualità degli esercenti balneari e di tutti i fruitori delle nostre spiagge". "Nello specifico – spiega il consigliere Lia Montalti, capogruppo Pd in commissione ambiente – si tratta di un intervento che prevede il prelievo di sabbie sottomarine a largo e il successivo ripascimento dei tratti più critici della costa. Un progetto di lungo respiro che segna un passaggio dalle politiche d’emergenza a una politica di prevenzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento