Bagno di Romagna, si dimette la segreteria del circolo Pd guidata da Claudio Valbonesi

La segreteria è composta in maggior parte dai consiglieri che siedono nei banchi dell’opposizione in Consiglio comunale

La segreteria del circolo Pd di Bagno di Romagna guidata da Claudio Valbonesi, candidato alle ultime elezioni amministrative con la lista di centrosinistra Cambiamo passo, chiude la propria esperienza alla guida del circolo locale dopo aver rassegnato le proprie dimissioni già da qualche mese. "Dimissioni - viene chiarito - posticipate per dare seguito ai vari impegni che hanno animato la recente attività politica nazionale: dall’organizzazione del referendum sulla riforma elettorale, fino alle attuali primarie per l’elezione del segretario nazionale". La segreteria è composta in maggior parte dai consiglieri che siedono nei banchi dell’opposizione in Consiglio comunale: oltre a Valbonesi, Sara Monti, Greta Valbonesi e Stefano Gradassi (subentrato a Maria Ida Tassinari, che rinunciò al ruolo già nel 2014).

Alla vigilia delle primarie di partito (ma senza voler legare in alcun modo le dimissioni all’esito delle medesime), i componenti della segreteria ritengono opportuno "lasciare il loro ruolo ad altri". Una decisione, viene spiegato, "meditata, e maturata nella consapevolezza che vi sia la necessità di un rinnovamento della compagine politica locale  per la costruzione, sin da ora, di un percorso che porti ad una nuova squadra, pronta ed adeguata a rappresentare il centrosinistra alle prossime elezioni amministrative. È legittimo che il Partito Democratico possa seguire altre strade ed è necessario che gli organi territoriali tornino a curare quei basilari rapporti istituzionali con i propri rappresentanti locali, che negli ultimi mesi sono stati dimenticati".

"A questi si è preferito perseguire il “corteggiamento” di coloro che, fino a prova contraria, sono stati e sono tuttora i nostri avversari politici, permettendo anche l’incursione di chi, pur dichiarandosi “civico”, vuole partecipare alle discussioni interne del partito - viene aggiunto -. Non condividendo questa strada preferiamo quindi lasciare spazio a chi invece è in accordo con questo indirizzo, a nostro avviso poco trasparente e difficilmente comprensibile dalla maggior parte del nostro elettorato. Ed è proprio per il nostro elettorato che continueremo ad esercitare il nostro ruolo di minoranza in Consiglio comunale: manterremo infatti l’impegno preso alle ultime elezioni amministrative e continueremo ad esercitare la nostra attività politica nell’interesse di coloro che ci hanno scelto come rappresentanti del centrosinistra locale all'opposizione, ruolo fondamentale per la democrazia anche di un piccolo Comune come il nostro".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento