menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo ospedale, dibattito alla festa del Pd: ci sarà anche Lucchi

L’appuntamento è per giovedì alle 21, nell’area dibattiti della Festa Democratica dell’Unità che si svolge a Sant’Egidio, negli spazi del parco Frutipapalina

Lo spazio dibattiti della Festa Democratica dell’Unità di Cesena torna ad occuparsi del futuro della nostra città, nella tradizionale iniziativa organizzata insieme al sindaco Paolo Lucchi ed alla Giunta di Cesena. Quest’anno la scelta è stata quella di concentrarsi su una prospettiva di particolare importanza per tutti i cesenati: l’ipotesi del nuovo ospedale cittadino. “Si tratta di un tema al centro del dibattito pubblico di queste settimane – dichiara il segretario territoriale del Pd Fabrizio Landi – al quale il Partito Democratico intende partecipare con un approccio costruttivo ed orientato al futuro. Ma ancor più si tratta di un elemento su cui si concentra l’attenzione di tutti i cesenati, che vedono la nostra sanità come un elemento di sicurezza da preservare e rilanciare”

L’ipotesi di realizzazione di un nuovo ospedale, lanciata nel 2012 dall’Amministrazione comunale in occasione di un convegno sul nuovo piano urbanistico della città, ha visto durante le ultime settimane passare ad una fase più concreta, anche in virtù della necessità di inserire l’eventuale scelta sul nuovo ospedale nella programmazione che l’Ausl Romagna deve approvare entro la fine dell’anno. Su questo la città ha iniziato a discutere, costituendo uno specifico Comitato di confronto e dibattito, partendo da alcune considerazioni sull’attuale Bufalini. 

“L’ospedale attuale – osserva il Segretario comunale del Pd di Cesena Paolo Zanfini – inizia a sentire i segni del tempo, con una struttura che, in prospettiva, non sarebbe più in grado di sostenere gli ampliamenti e gli adeguamenti che la tecnologia sanitaria oggi richiede. La sua stessa collocazione, situata in una area rialzata della città, crea delle barriere architettoniche naturali difficilmente superabili, e la stessa mobilità di accesso risulta difficoltosa. Da qui la necessità di proiettare i bisogni della comunità cesenate (e romagnola, stante il fatto che il Bufalini deve rimanere uno dei quattro ospedali maggiori della Romagna, insieme a Rimini, Forlì e Ravenna), per pensare una struttura più funzionale, raggiungibile e ambientalmente sostenibile”.

Appare quindi evidente come una impostazione di questo tipo chiami in causa altri attori oltre all’amministrazione comunale. “Abbiamo ritenuto di indirizzare l’iniziativa alle Festa Democratica dell’Unità proprio sul tema del nuovo ospedale, con una visione ampia del tema - sottolineano Landi e Zanfini -coinvolgendo i principali attori in campo. Per questo, oltre alla Giunta, vi sarà un intervento del gruppo consigliare del Pd per voce del consigliere Giuseppe Zuccatelli, e invitando l’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi, abbiamo voluto dare il segno di come il ruolo della Regione sia strategico soprattutto sul finanziamento dell’opera. Siamo convinti che l’interlocuzione con Venturi porterà risposte positive per la nostra città e per il futuro dei servizi sanitari della nostra comunità”. L’appuntamento è per giovedì alle 21, nell’area dibattiti della Festa Democratica dell’Unità che si svolge a Sant’Egidio, negli spazi del parco Frutipapalina.
    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento