rotate-mobile
Politica

Di Placido (Cambiamo): “Nuovi parcheggi: il Comune si sveglia, ma in ritardo”

Le considerazioni del consigliere comunale di Cambiamo dopo il nuovo piano viabilità per il centro storico presentato dal sindaco Lattuca


“Abbiamo accolto positivamente l’annuncio dell’accordo fra la Fondazione Sacro Cuore ed il Comune di Cesena per la realizzazione di un nuovo parcheggio nell’area di via Padre Vicinio da Sarsina. La notizia, però, ci porta inevitabilmente a formulare qualche considerazione. La prima é che, dopo cinque anni di melina, all’ultimo miglio, l’amministrazione comunale realizza col fiatone quel parcheggio del centro storico che aveva promesso nel suo programma elettorale del 2019". A parlare è Luigi Di Placido (consigliere comunale della lista civica Cambiamo)

"La seconda considerazione é che i 60 posti auto che ne deriveranno non sono male, ma non pareggiano neanche quelli che erano presenti in piazza della Libertà. E questo significa che, per quanto importante, questa nuova opera non risolverà il problema della sosta in centro storico.  E, infatti, anche il sindaco ne è consapevole: ieri nella sua illustrazione ci ha comunicato che punta ad aumentare anche la fruizione del parcheggio Mattarella e che intende anche aumentare del 50 per cento la fruizione del parcheggio al Caps di via IV novembre. Questo conferma ulteriormente che, dopo aver negato per anni questa criticità, ora anche l’amministrazione comunale, recependo i nostri appelli, seppur in colpevole ritardo, si é finalmente accorta del problema. Un tema in realtà centrale sul quale, per altro, oltre a noi, erano in passato più volte intervenuti anche i rappresentanti delle forze che oggi si ritrovano alleate del sindaco".

"Per quanto riguarda il parcheggio del Caps di via IV novembre, inoltre, molti anni fa uno degli accordi con l’allora concessionario dei parcheggi, per non arrivare ad un contenzioso, fu un risarcimento in soldi ma anche un risarcimento che sarebbe toccato al gestore nel caso in cui quel parcheggio non avesse raggiunto gli obiettivi previsti nel piano finanziario concordato. Quindi, per anni il Comune di Cesena ha pagato per l’inutilizzo di quel parcheggio senza fare nulla affinché le cose cambiassero.  Ecco perché salutiamo con favore l’idea di oggi di implementarlo, ma non possiamo fare a meno di sottolineare come questa scelta arrivi in clamoroso ritardo". 

"Ma del centro storico non si può parlare, come ha fatto sindaco qualche settimana fa durante la presentazione delle liste che lo sostengono, solo per l’inserimento dei fittoni a scomparsa che porteranno ad una sua totale pedonalizzazione. Un’ipotesi sulla quale non siamo pregiudizialmente contrari, ma che va necessariamente subordinata ad un piano di viabilità più ampio che garantisca, in primis, la sua completa fruibilità. Il difficile raggiungimento del centro storico non é stata, in questi anni, una favoletta raccontata dalle minoranze, ma la cruda realtà con la quale hanno dovuto fare i conti, ogni giorno, molte attività finite in crisi proprio per questa ragione" ha detto ancora Di Placido. 

"Chi dice che il centro storico é condannato al suo destino per colpa delle mutate abitudini dei consumatori in realtà dimentica che, in molti comuni della Romagna, ci sono dei centri storici che funzionano molto bene. E che, non a caso molto prima di Cesena, hanno varato intelligenti politiche sulla sosta e campagne di incentivi per arricchirli.  In definitiva, non bastano i nuovi progetti del Comune per risolvere il problema del centro storico di Cesena che, come spiegato, avrebbe bisogno di un piano di rilancio molto più ampio e strategico. E’ positivo che l’amministrazione finalmente ammetta il problema, ma nessuno ci restituirà gli anni persi tra errori, ambiguità e continui rinvii”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Placido (Cambiamo): “Nuovi parcheggi: il Comune si sveglia, ma in ritardo”

CesenaToday è in caricamento