Davide Fabbri ufficializza la candidatura a sindaco: "Per cambiare pagina, anzi cambiare libro"

Davide Fabbri è ex consigliere comunale, esponente storico dei Verdi, blogger e attivo in comitati e petizioni su diverse cause che hanno visto coinvolti migliaia di cesenati

Un appello per la presentazione della lista civica "Cesena in comune" - questo il nome che avrà il soggetto civico -  con Davide Fabbri candidato sindaco. E' quello che è alla base del debutto della nuova avventura di Fabbri, ex consigliere comunale, esponente storico dei Verdi, blogger e attivo in comitati e petizioni su diverse cause che hanno visto coinvolti migliaia di cesenati. Fabbri ha diffuso un elenco dei primi 100 aderenti al progetto politico come forma di presentazione ufficiale di un nuovo soggetto politico per le elezioni comunali di Cesena del 26 maggio 2019. Lo slogan di Fabbri è “una città dei doveri e dei diritti, non più dei favori”. 

Spiega la nota di debutto, sottoscritta appunto da cento persone: “Noi cittadini crediamo che sia indispensabile realizzare una lista civica plurale, inclusiva, ambientalista da presentare alle prossime elezioni comunali di Cesena del 26 maggio 2019. Vogliamo dare corpo politico ad un'alternativa all’attuale sistema bloccato, con un progetto di contrasto ai centri di potere e agli interessi trasversali della città, che hanno piegato ed eroso la cultura della giustizia sociale e della legalità. L’obiettivo è di dare vita ad una città più equa, più democratica, più accogliente, più responsabile, più partecipata, più informata, e per farlo c’è bisogno di Davide Fabbri”.

“Lo conoscono tutti a Cesena. Stimato, trasparente, amante della giustizia e libero da appartenenze.
Cesena ha bisogno di una nuova leadership condivisa e legittimata dall’azione politica e sociale a difesa degli interessi primari della città e della gente; che contrasti le povertà vecchie e nuove; il caso della “politica” ufficiale che ha abbandonato a se stessi i risparmiatori-azionisti della Cassa Risparmio Cesena ed i soci della Banca Romagna Cooperativa è emblematico del distacco fra esigenze reali dei cittadini e interessi della politica. Davide Fabbri è il candidato dei bisogni e dei desideri, dell’impegno sociale e dell’intelligenza creativa. Di chi vuole cambiare pagina. Anzi, cambiare libro. Noi cittadini firmiamo questo appello perché vogliamo contare e costruire un governo della città trasparente e partecipato. Desideriamo scommettere sulle tante intelligenze, forze morali, professionalità, competenze da mettere al servizio della città in maniera disinteressata, in campo aperto, con coraggio e passione”.

Continua la nota: “Il progetto della Lista civica “Cesena in Comune” si fonda sulla giustizia ed equità sociale, sulla cultura della legalità, sulla messa in sicurezza del territorio, sul recupero dell’identità agricola di qualità, sulla valorizzazione del patrimonio artistico-culturale, sull’istruzione e sanità pubblica, sul diritto all’abitare, sulla mobilità sostenibile, sull’imprenditoria innovativa, sull’economia legata alla cultura del territorio, sul contrasto alla precarizzazione e insicurezza del lavoro. L’obiettivo di "Cesena in Comune" è quello di restituire alla città fiducia in se stessa, e di investire sulle proprie risorse, qualità e bellezze. Un progetto concreto, realizzabile e contemporaneamente visionario. Per conoscere una stagione straordinaria di risveglio culturale e partecipativo, di sperimentazione di nuove forme di democrazia e di benessere sociale. Noi cittadini ci impegniamo per Davide Fabbri sindaco di Cesena”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento