Cultura, Casadei (Pd): “Garantire investimenti anche con nuovi assetti istituzionali”

Un ulteriore impegno sollecitato nella risoluzione è quello di “integrare il bilancio regionale destinato alla cultura al fine di venire incontro alle diverse realtà ed esperienze che vedrebbero seriamente messa in discussione la loro stessa sopravvivenza”.

L’iter di riordino istituzionale che riguarda le Provincie non si deve tradurre in una perdita di risorse per la cultura. Lo chiede il consigliere regionale Thomas Casadei, capogruppo Pd in Commissione Cultura, Formazione, Scuola, Lavoro, Sporto, in una risoluzione approvata questa mattina dall’Assemblea legislativa. “In Emilia-Romagna - ricorda il consigliere Pd - la cultura e la creatività hanno un valore economico pari a più di 32 mila imprese per 78 mila addetti, senza contare l’incidenza della redditività prodotta dal turismo culturale. Se non ci saranno variazioni il settore dello spettacolo perderà risorse pari a 760 mila euro, i sistemi bibliotecari oltre 850 mila euro, i musei quasi 500 mila euro e le istituzioni culturali delle Provincie subiranno tagli per 1,3 milioni di lire”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di qui la richiesta alla Giunta regionale di “agire in tutte le sedi più opportune perché le risorse destinate alla cultura non diminuiscano con la scomparsa delle Provincie nella forma arrivata fino ad oggi, ma trovino un utilizzo attraverso il protagonismo delle città metropolitane, delle unioni e associazioni dei comuni oltre che delle città capoluogo”. Un ulteriore impegno sollecitato nella risoluzione è quello di “integrare il bilancio regionale destinato alla cultura al fine di venire incontro alle diverse realtà ed esperienze che vedrebbero seriamente messa in discussione la loro stessa sopravvivenza”. Anche verificando, in aggiunta, “la possibilità di investimenti integrativi e di diretta presa in carico dei progetti”. “Il settore della cultura è strategico è pertanto urgente sostenere al meglio sia l’esercizio delle funzioni di programmazione e coordinamento degli interventi sia la realizzazione di progetti per obiettivi specifici", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento