Crisi di governo, il Pd: "Pronti a valutare un esecutivo di svolta che si basi su cinque punti"

Il Pd cesenate: "Massima fiducia nell’azione che vedrà protagonista nelle prossime ore e nei prossimi giorni il Presidente della Repubblica"

Mercoledì mattina a Roma si è riunita la Direzione Nazionale del Partito Democratico  All’indomani della caduta del Governo Lega-M5S il Partito Democratico parla in modo netto di "totale fallimento della maggioranza gialloverde che, in 14 mesi di Governo, si è dimostrata responsabile di una paralisi totale dell’economia, di un impoverimento diffuso, di un tessuto imprenditoriale sempre più provato e di un isolamento senza precedenti dell’Italia sulla scena europea e internazionale".

Il Pd cesenate ripone "la massima fiducia nell’azione che vedrà protagonista nelle prossime ore e nei prossimi giorni il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che dovrà, come sempre ha fatto, tutelare le istituzioni e le procedure democratiche del nostro Paese. Il Partito Democratico, con un voto unanime in Direzione Nazionale, si è dichiarato pronto a valutare l’esistenza o meno di una base parlamentare solida per un governo di svolta e di lungo respiro. In caso contrario, il PD è pronto al voto. Non è nostra volontà dar vita a un esecutivo “di transizione” incaricato di gestire una situazione complessa del bilancio pubblico rinviando di poche settimane l’appuntamento con le urne".

Spiega il Pd cesenate: "la delegazione del PD Nazionale indicherà al Capo dello Stato i seguenti cinque presupposti sui quali intende concentrare la propria iniziativa per l’avvio di una fase politica nuova e la verifica di un’altra possibile maggioranza parlamentare in questa legislatura: l’impegno e l’appartenenza leale all’UE per una Europa profondamente rinnovata, un’Europa dei diritti, delle libertà, della solidarietà e sostenibilità ambientale e sociale, del rispetto della dignità umana in ogni sua espressione; il pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa incarnata dai valori e dalle regole scolpite nella Carta Costituzionale a partire dalla centralità del Parlamento; l’investimento su una diversa stagione della crescita fondata sulla sostenibilità ambientale e su un nuovo modello di sviluppo; una svolta profonda nell’organizzazione e gestione dei flussi migratori fondata su principi di solidarietà, legalità sicurezza, nel primato assoluto dei diritti umani, nel pieno rispetto delle convenzioni internazionali e in una stretta corresponsabilità con le istituzioni e i governi europei; una svolta delle ricette economiche e sociali a segnare da subito un governo di rinnovamento in una chiave redistributiva e di attenzione all’equità sociale, territoriale, generazionale e di genere. In tale logica affrontare le priorità sul fronte lavoro, salute, istruzione, ambiente, giustizia".

"Il Partito Democratico cesenate ritiene fondamentale, in un passaggio così delicato per il nostro Paese, l’unità e la compattezza del partito che, pure nella ricchezza del suo pluralismo, è una garanzia di tenuta per l’intero sistema politico e istituzionale", conclude la nota firmata dalla segretaria comunale Maria Laura Moretti e i membri della segreteria comunale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in stazione: è una 13enne la giovane morta sui binari

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia in campagna, finisce sotto le ruote del trattore: muore un agricoltore

  • Sciagura sui binari, muore una donna. Cancellazioni e treni in ritardo sulla linea Adriatica

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • Ladri scatenati nella notte, le telecamere riprendono la 'banda' dei camioncini da lavoro

Torna su
CesenaToday è in caricamento