rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica Cesenatico

Il sindaco Buda si piega al diktat della Lega: il vicesindaco Savini si dimette

Sembra andare verso la soluzione la crisi che si è aperta nell'amministrazione comunale di Cesenatico, con la Lega Nord ai ferri corti col suo sindaco Roberto Buda. Il Carroccio da mesi chiedeva insistentemente le dimissioni del vice-sindaco Vittorio Savini

Sembra andare verso la soluzione la crisi che si è aperta nell’amministrazione comunale di Cesenatico, con la Lega Nord ai ferri corti col suo sindaco Roberto Buda. Il Carroccio da mesi chiedeva insistentemente le dimissioni del vice-sindaco Vittorio Savini, espulso dal partito, e di conseguenza l’inserimento in giunta di un esponente più in linea con la Lega Nord.
 

Dopo un lungo “tira e molla” e un voto di sfiducia scansato per un soffio dal sindaco Buda, ecco alla fine le dimissioni di Savini. Il vice-sindaco e assessore al turismo ha consegnato venerdì le sue dimissioni a Roberto Buda. Savini ha spiegato, in una lettera aperta, di dare le dimissioni “per il bene di Cesenatico”. Nella lettera Savini spiega di non voler spianare la strada alle elezioni anticipate, una fine che sarebbe stata ingloriosa dell’amministrazione di centro-destra, che proprio sulla volontà di cambiamento aveva basato la sua vittoria alle ultime amministrative. E’ probabile che Savini sarà sostituito in giunta dall’ex consigliere del Carroccio Pier Luigi Donini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Buda si piega al diktat della Lega: il vicesindaco Savini si dimette

CesenaToday è in caricamento