"Contributi per attività commerciali e pubblici esercizi", il sindaco informa i cittadini

"Si tratta di un’opportunità importante, che acquista maggior valenza se si considerano le concessioni che in ambito comunale abbiamo attivato nel 2018 e 2019"

Il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini si rivolge direttamente ai cittadini per dare comunicazione del "bando appena aperto dalla Regione Emilia-Romagna per l’assegnazione di contributi finalizzati a promuovere la riqualificazione e la valorizzazione delle attività commerciali e di pubblico esercizio esistenti. Si tratta di un’opportunità importante, che acquista maggior valenza se si considerano le concessioni che in ambito comunale abbiamo attivato nel 2018 e 2019. Da una parte ricordo la possibilità per chiunque apre una nuova attività può accedere al rimborso totale delle imposte e tasse comunali per le prime tre annualità dall’apertura, oltre all’esenzione della TOSAP per chi partecipa al corso annuale di formazione turistica, che l’Amministrazione organizza gratuitamente. Dall’altra, occorre menzionare le rilevanti riduzioni del contributo deliberate per gli interventi di ristrutturazione edilizia,a cui dal 2020 si aggiunge il c.d. bonus facciate".

"Per quanto riguarda il bando regionale, - prosegue Baccini - vi informo che possono presentare domanda di contributo le imprese aventi qualsiasi forma giuridica che svolgono un’attività commerciale di vicinato in sede fissa o esercitano un’attività di  pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande. Le spese ammissibili sono quanto più ampie e ricomprendono sia le opere edili ed impiantistiche per la ristrutturazione o ampliamento, comprese le spese tecniche, sia per il rinnovo delle attrezzature e degli arredi. Il progetto dovrà prevedere una spesa minima ammissibile di  15.000 euro. Il contributo concesso a fondo perduto coprirà il 40% della spesa e sarà incrementato di un’ulteriore percentuale del 5% in quanto il Comune di Bagno di Romagna è in territorio montano. Sono previsti anche altri incrementi in termini percentuali come ad esempio per le imprese giovanili o femminili o in caso di immobili gestiti con regolare contratto di locazione".

"La domanda di partecipazione al bando va presentata dalle imprese, in possesso dei requisiti richiesti dal bando, tramite la piattaforma web Sfinge 2020 nel rispetto delle scadenze di seguito indicate: 1° finestra: dalle ore 10.00 del giorno 18 febbraio 2020 alle ore 13.00 del giorno 18 marzo 2020; 2° finestra: dalle ore 10.00 del giorno 15 settembre 2020 alle ore 13.00 del giorno 29 ottobre 2020. Si evidenzia che ai fini del rispetto del plafond stanziato la Regione potrà procedere alla chiusura anticipata delle finestre. Per ogni ulteriore informazione e dettaglio, Vi invitiamo a consultare il portale telematico dedicato, di cui riporto il link qui di seguito, dal quale è possibile  scaricare informazioni, documentazione e modulistica (https://fesr.regione.emilia-romagna.it/opportunita/2019/commercio-e-somministrazione-di-alimenti-e-bevande)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura di San Valentino: giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno

  • Suicidio al liceo, troppa pressione a scuola? L'esperta: "Il risultato non è mai abbastanza"

  • Studente modello del Monti, era appena uscito da scuola: i contorni del dramma in stazione

  • Vuole pagare la macchina per il caffè 3 euro, sostituisce l'etichetta: il trucchetto finisce con la denuncia

  • Ha lottato contro il sarcoma di Ewing, addio a Steven Babbi. "Ha amato la vita fino all’ultimo istante"

  • Steven Babbi, fissati i funerali: le offerte destinate alla lotta contro i tumori

Torna su
CesenaToday è in caricamento