rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica Bagno di Romagna

Bagno di Romagna, contributi per gli eventi: "Bisogna attendere l’approvazione del bilancio"

E' quanto assicura il vicesindaco di Bagno di Romagna, Alessia Rossi, facendo chiarezza sul tema dei contributi ad eventi e manifestazioni.

Tutti altri eventi per i quali l’amministrazione ha previsto dei contributi “troveranno la loro copertura finanziaria grazie alla nuova entrata determinata dall’applicazione dell’imposta di soggiorno, entrata per la quale sono stati creati dei nuovi capitoli nel bilancio di previsione 2015". E' quanto assicura il vicesindaco di Bagno di Romagna, Alessia Rossi, facendo chiarezza sul tema dei contributi ad eventi e manifestazioni.

Nello specifico è stato riscontrato che il contributo del comune è stato erogato solo in occasione di alcune e poche manifestazioni, mentre, invece, sono stati rimandati all’approvazione del bilancio di previsione i contributi pattuiti per quegli eventi segnalati dall’amministrazione stessa, per i quali saranno utilizzati gran parte dei proventi dell’imposta di soggiorno.

“La spiegazione - illustra Rossi - risiede nel fatto che tutti gli importi che sono stati impegnati finora, oltre al fatto che riguardano manifestazioni che il Comune ha organizzato e curato direttamente, trovano la loro collocazione in capitoli di bilancio già esistenti anche negli anni precedenti. Questo significa che, quando l’ente si trova ancora in assenza di bilancio di previsione dell’anno corrente, ciò che era stato stanziato nei capitoli del bilancio dell’anno precedente può essere speso in dodicesimi in attesa dell’approvazione del nuovo bilancio".

"Questo - aggiunge - spiega perché eventi come la Notte Celeste, impegno ormai annuale, e altri eventi di piccola entità finanziaria (come i tanto criticati 200 euro per uno spettacolo di danza norvegese, parte di un progetto di scambio culturale che vede partecipare numerosi comuni della Romagna e che porta ogni anno nelle piazze delle località performance di ragazzi norvegesi in tour in tutta Europa) sono stati finanziati, perché trovano la loro copertura in un capitolo del bilancio già esistente nel 2014, e per il quale erano stati previsti 8.000 euro.” 

Conclude Rossi: "Fino all’approvazione del bilancio di previsione non risulta possibile impegnare e quindi deliberare gli stanziamenti pattuiti. La spiegazione è sicuramente puramente tecnica ed è stata ribadita ai beneficiari stessi, i quali sono a conoscenza della necessità di attendere l’approvazione del bilancio per ottenere il contributo stabilito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno di Romagna, contributi per gli eventi: "Bisogna attendere l’approvazione del bilancio"

CesenaToday è in caricamento