rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Consiglio comunale, Barbero lascia la Malatestiana e va a Milano. Bocciata la mozione leghista per la sosta gratuita

Si è svolto martedì pomeriggio il consiglio comunale di Cesena che ha certificato l'addio di Giliola Carmen Barbero, ormai ex direttore della Biblioteca Malatestiana

Si è svolto martedì pomeriggio il consiglio comunale di Cesena che ha certificato l'addio di Giliola Carmen Barbero, ormai ex direttore scientifica della Biblioteca Malatestiana. Il tema è stato portato in aula da una interpellanza del consigliere di Cambiano Enrico Castagnoli. Barbero lascia Cesena rassegnando le dimissioni dalla Malatestiana per assumere un prestigioso incarico alla Biblioteca europea di informazione e cultura di Milano. Aveva assunto l'incarico in città nel marzo 2020 e lo lascia proprio oggi, 20 novembre 2021 per approdare in una prestigiosa istituzione come quella milanese.

Bocciata la mozione leghista per la sosta gratuita 

E' stata bocciata in aula la mozione del leghista Biguzzi sulla sosta gratuìita per favorire lo shopping natalizio: "Il Pd con l'alleato Cesena 2024 e la Giunta sono pregiudizialmente contrari a favorire l’accesso di visitatori in centro per il periodo natalizio. Abbiamo avanzato una proposta molto semplice, attivare un piano di sosta gratuita nei parcheggi al servizio del contro storico almeno dall’8 dicembre al 6 gennaio 2022. Una richiesta che, crediamo, trovi concordi esercenti e commercianti, oltre che le associazioni di categorie e che già è stata prevista in molte altre città". Così il consigliere comunale della Lega, Fabio Biguzzi, firmatario della mozione con cui si chiedeva la sosta gratuita, anche con limitazioni orarie, per portare una sorta di riequilibrio, seppure parziale e momentaneo, tra la rete commerciale di vicinato e i centri commerciali dotati di ampie aree di parcheggio gratuito, lasciando la possibilità alla Giunta di deciderne le modalità.

“Pur di non approvare la mozione della Lega, l’assessore Luca Ferrini, a nome della Giunta, ha preannunciato un progetto in fretta e furia di stalli gratuiti al sabato e alla domenica esclusivamente al parcheggio Mattarella, preannunciando che si potrà utilizzare il risparmio determinato dal ‘cash-back cesenate’ per pagare la sosta, operazione di non facile attuazione per molti utenti. Insomma, una strada tortuosa che pochi sapranno o vorranno utilizzare”.

Tra i temi trattati anche l'aggiornamento del Documento unico di programmazione e l'ottava variazione di bilancio. Contraria la Lega: “La nostra opinione negativa sul Documento unico di programmazione è noto: buoni propositi e progetti spot, oggetto di continue correzioni di rotta e variazioni in corso d’opera, anche sul piano finanziario. Aspettiamo la fine della legislatura per tirare le somme su quanto promesso e non fatto e sulla qualità di quanto realizzato”. Così il consigliere comunale Enrico Sirotti Gaudenzi intervenuto in Aula.

“Sulla proposta di aggiornamento del Dup ci poniamo interrogativi sulla realizzazione dell’Emporio solidale a cui sono destinati altri 50 mila euro. Siamo favorevoli al progetto, ma non possiamo non constatare che dal 2019 ci sono state variazioni di ubicazione, del progetto e di tempi di realizzazione. Anche l’acquisto della scultura ‘I musicanti di Brema’ di Ilario Fioravanti per 70.000 euro da porre nella nuova piazza Almerici desta qualche perplessità. Non sappiamo chi abbia assunto questa decisione, né ci è stata fornita la richiesta autorizzazione della Soprintendenza, dati che sarebbe interessante conoscere. Per quanto riguarda l’8^ variazione di bilancio è l’ultima del 2021, pur non muovendo grandi risorse risente dello stesso difetto delle precedenti ovvero non risponde a giustificate richieste del tessuto sociale e economico del territorio, ma esigenze della macchina amministrativa per carenze programmatorie e pianificatorie. La nostra preoccupazione riguarda, invece, il fatto che la nostra provincia è la terza per costi dell’energia e che forse le buone prospettive che si vedevano alla fine di luglio, oggi stanno subendo una frenata. Ci sono progetti che ricorrono nelle diverse variazioni di bilancio, pensiamo per esempio al confuso progetto ‘Un’altra stazione’, di cui ancora oggi non si conoscono non solo l’importo complessivo e i tempi di realizzazione, ma addirittura la specificazione del progetto definitivo. Per questi motivi la nostra opinione non può che essere negativa”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, Barbero lascia la Malatestiana e va a Milano. Bocciata la mozione leghista per la sosta gratuita

CesenaToday è in caricamento