Venerdì, 12 Luglio 2024
Politica

Lucchi-Baredi, "duello" al Bagnile sotto la bandiera della pace

Com'era prevedibile il sangue non s'è visto. Anzi, i due sfidanti, pur con evidenti distinguo, hanno duellato guardando nella medesima direzione e sotto una vistosa bandiera arcobaleno in cui campeggiava la parola "pace"

Com’era prevedibile il sangue non s’è visto. Anzi, i due sfidanti, pur con evidenti distinguo, hanno duellato guardando nella medesima direzione e sotto una vistosa bandiera arcobaleno in cui campeggiava la parola “pace”. Così, del resto, era allestito il palco su cui il Circolo Pd di Bagnile ha chiamato Paolo Lucchi (Partito Democratico) ed Elena Baredi (Sinistra Ecologia Libertà) per il primo confronto diretto tra i due candidati alle elezioni primarie del 17 novembre, nel corso della quali verrà scelto il candidato sindaco del centrosinistra alle amministrative del 2014.

Davanti ad un pubblico che nonostante la pioggia ha occupato ogni posto disponibile nel tendone allestito all’esterno del Circolo Lucchi e Baredi  hanno illustrato i temi principali della loro campagna elettorale e non si sono sottratti alle domande. Quesiti specifici, domande dirette e senza sconti per nessuno hanno animato il dibattito, grazie ad un pubblico decisamente motivato ed evidentemente molto informato.

Gli interventi dei presenti hanno girato intorno al timore che l’Ausl Unica di Romagna allontani dalla gente e dalla politica il potere decisionale di un bene, come la sanità, che deve restare saldamente in mano ai cittadini ed ai loro rappresentanti, hanno puntato il dito contro la burocrazia, hanno chiesto ragguagli sui tempi di attuazione in merito ai progetti su scuole e viabilità, hanno espresso l’esigenza che la periferia sia considerata con la stessa attenzione del centro città, hanno denunciato l’effetto di alcune sacche di lavoro nero nel nostro territorio, hanno chiesto delucidazioni in merito all’equilibrio tra pubblico e privato in ambito formativo e scolastico, hanno invitato con decisione i candidati e i politici in generale a scendere più spesso tra la gente e a confrontarsi pubblicamente, hanno applaudito alla decisione di bloccare le costruzioni sul territorio anche se già previste dal prg, e, infine, hanno battuto con forza sul tema della sicurezza.

Su quest’ultimo punto, che sta particolarmente a cuore alla gente di questa periferia, Lucchi ha evidenziato che la notte due pattuglie formate da forze miste (Carabinieri e Polizia di Stato) sorvegliano il territorio di qua e di là dal fiume e che tale distribuzione dipende dalla disponibilità delle forze in campo. Lucchi ha poi rassicurato sull’Ausl Unica: “Ora - ha evidenziato - è gestita dai 15 sindaci del comprensorio cesenate, dopo resterà saldamente in mano ai 75 sindaci romagnoli. Avrei più timore di dover informare i cittadini che sono stati tagliati dei servizi piuttosto che dei costi delle strutture, ed è quest’ultimo l’obiettivo dell’Ausl Unica”.

E in merito al rapporto tra pubblico e privato sia nella sanità che nella scuola il sindaco uscente ha evidenziato che “laddove questo rapporto è necessario verranno applicate le regole del pubblico che per nulla al mondo derogherà al proprio controllo”. Sulla lotta alla burocrazia ha annunciato l’apertura il 30 novembre di uno Sportello del Cittadino che si aggiungerà a quello già esistente per le imprese.  “Dialoghiamo, e litighiamo anche, – ha esortato infine Lucchi – ma impegnamoci in un patto tra noi per non bloccare mai con veti incrociati l’azione dell’amministrazione comunale”.

Ambedue i candidati, infine, hanno evidenziato il valore di queste primarie come veicolo ed occasione per lo scambio delle idee e l’incontro con la gente. Insieme alle schede elettorali, il 17 novembre, verrà consegnata infatti anche una scheda dove la gente potrà elencare idee, necessità, proposte e critiche. Lucchi sarà presente in un vari luoghi della città, secondo un intensissimo calendario di distribuzione di materiale che elenca il suo programma elettorale, a disposizione dei cittadini che vorranno colloquiare con lui.

BAREDI: "INCONTRO MOLTO INTERESSANTE" - “Ho trovato molto interessante il confronto con Paolo Lucchi, candidato sindaco del Pd, svoltosi a Bagnile ieri sera. Come già dichiarato pubblicamente confermo la mia disponibilità ad organizzare altri incontri faccia a faccia con Paolo Lucchi e resto a disposizione per avere una conferma di una data. Credo che l'esperienza positiva in termini di partecipazione e di confronto politico emersa a Bagnile debba essere ripetuta in altre zone periferiche della nostra città e senz'altro anche nel centro della città stessa. Come tra l'altro sollecitato dal pubblico presente ieri sera a Bagnile”. Così Elena Baredi di Sel, sfidante eletta dai cittadini di Cesena dell'attuale sindaco Paolo Lucchi per le prossime primarie del Centro sinistra all'indomani del primo faccia a faccia.

Continuano intanto gli incontro della candidata nelle case delle persone.

Questa settimana sarà presente a San Mauro in Valle ed all'Ippodromo, mentre sabato mattina 9 novembre è previsto un incontro col mondo del lavoro, gli imprenditori e le associazioni di categoria, sul tema “ Per uno sviluppo locale armonioso e sostenibile, dialogo del prof. Marco di Tommaso, docente di Economia Industriale all’Università di Ferrara e di Elena Baredi con il mondo del lavoro e dell’impresa”, assieme al professore Marco di Tommaso alla sala Morellini del Teatro Bonci di Cesena, alle ore 11. Continua poi il volantinaggio il mercoledì ed il sabato mattina durante il mercato cittadino con banchetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucchi-Baredi, "duello" al Bagnile sotto la bandiera della pace
CesenaToday è in caricamento