Conflitto d'interessi di Rossi, Moretti (Pd): "Mai sollevato il problema. Confronto sui temi"

"Non abbiamo mai sollevato il problema prima delle sue dimissioni dal cda del Foro annonario", sottolinea la segretaria Laura Moretti

Il Pd cesenate si dichiara "piuttosto stupito" dall’inizio di campagna elettorale di Andrea Rossi, candidato sindaco del centro-destra, che si è dimesso dal suo ruolo nel CdA del Foro Annonario e chiede su questo un commento al Pd.

“Non abbiamo mai sollevato dubbi sul conflitto di interessi di Rossi, come lui invece afferma, per cui veder cominciare la sua campagna elettorale con un attacco gratuito nei nostri confronti sembra davvero poco accattivante – afferma Laura Moretti, segretaria del Pd Cesena. – La campagna elettorale è ancora molto lunga e noi vogliamo dare priorità al confronto sui temi, piuttosto che sulle questioni personali. Temi che, a dir la verità, non ci sembrano emersi con forza durante la prima kermesse del centro-destra". 

"Noi siamo pronti - prosegue Moretti - a confrontarci in un dibattito serio, che dimostri di voler riportare la politica su un piano concreto, fatto di proposte sui tanti aspetti che toccano la vita della nostra comunità, e che possa evidenziare la visione che guida ogni gruppo verso il futuro di Cesena. Certo è che, se le premesse sono affrontare il problema della Malatestiana con l’inserimento di un bancomat, o liquidare possibili conflitti di interessi come ‘sterili dibattiti che si risolvono in pochi istanti’, ci sembra che le basi di un vero confronto politico, che richiede tempo, approfondimento, ascolto, dialogo, siano un po’ fragili". 

"Comunque - conclude la segretaria Pd - pare sia questo l’inizio. A Rossi facciamo il nostro in bocca al lupo, e assicuriamo che ce la metteremo tutta per affrontarlo in una campagna elettorale che ci auguriamo sia seria, concreta, corretta e di spessore politico”.

La replica

Replica Rossi: "Nell'intervista rilasciata dal candidato del Pd Enzo Lattuca giovedì 21 febbraio al Resto del Carlino nel quale alla domanda "Sarà favorito Rossi dal suo essere uomo nuovo in politica?", lo stesso Lattuca risponde: "Non lo so, vedremo. Ma so che avrebbe delle difficoltà, se diventasse sindaco: ad esempio quella di essere il direttore del mercato coperto". I casi sono due: o il Pd cerca di mistificare la realtà, negando anche il 'nero su bianco' oppure Enzo Lattuca ed il Partito Democratico devono essere considerati, in questa campagna elettorale, due soggetti politici distinti. Io credo che Laura Moretti debba fare chiarezza e, per non disorientare l'elettorato, spiegare alla città le ragioni che hanno portato il Pd a prendere le distanze dalle dichiarazioni di Lattuca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento