Confindustria, Pompignoli (Lega) tende la mano: "Sulle infrastrutture collaboriamo per il territorio"

“Come Lega crediamo che la via da seguire non sia certamente quella di bloccare infrastrutture essenziali per il territorio", sottolinea il consigliere regionale

“Sono perfettamente d’accordo con il Presidente Maremonti quando afferma che l’E45, il Corridoio Adriatico, la rete ferroviaria e quella portuale vanno potenziate e migliorate. Ma la politica non è lontana. Non lo è il Governo, e di certo non lo è la Lega che, in questi anni, si è sempre ostinatamente battuta per una riqualificazione strutturale dell’E45".

Con queste parole, il relatore di minoranza del PRIT 2025 (Piano Regionale Integrato dei Trasporti) e consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli, tende la mano dopo l'sos lanciato dal Presidente di Confindustria Forlì Cesena, Andrea Maremonti, e aggiunge: “sono stati fatti errori di prospettiva, di certo non ascrivibili alla Lega e a un esecutivo che governa da otto mesi. Ma si può rimediare. La miopia di certe Amministrazioni ha tenuto in ostaggio per troppo tempo la Romagna. Cambiamento è un termine ricorrente di cui dobbiamo essere i fautori anche in questo campo, perché è quello che ci vuole per l’area di Forlì-Cesena come per la Romagna".

“Ha ragione il Presidente Boccia quando dice che siamo un territorio fatto di eccellenze, di imprenditori coraggiosi che investono sul futuro e sulla crescita di questo Paese. Ed è proprio per questo motivo che la politica, quella che ha a cuore l’interesse e le priorità di chi fa impresa, deve rimboccarsi le maniche e avere il coraggio di mettere a punto un Piano Integrato dei Trasporti che metta al centro la Romagna, le sue infrastrutture e i suoi collegamenti”.

Il consigliere e Presidente della Commissione Bilancio regionale, Pompignoli, chiude il suo intervento tendendo la mano al numero uno di Confindustria Forlì Cesena: “come Lega crediamo che la via da seguire non sia certamente quella di bloccare, a prescindere, infrastrutture essenziali per lo sviluppo del territorio. Mi appello al buon senso del Presidente Maremonti perché ci sia la volontà, anche da parte sua, di sedersi attorno a un tavolo per discutere delle opere che riguardano la nostra provincia, capire i pro e i contro di ognuna e decidere la scaletta delle priorità per il prossimo quinquennio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento