Politica

"Con i Patti di quartiere i cittadini sempre più partecipi delle scelte per la città"

I gruppi di maggioranza “Non possiamo che rimanere stupiti dalle affermazioni del gruppo Cesena Siamo Noi”

"Dopo l'elezione dei Consigli di quartiere e la conseguente nomina dei Presidenti, l'Amministrazione comunale ha avviato fin da subito un lavoro di dialogo e confronto diretto con questi organismi fondamentali per lo sviluppo democratico della nostra città e per la crescita del tessuto locale". Lo affermano in modo convinto PD, Cesena 2024, Popolari, Art. 1 Cesena e Repubblicani, in risposta all'intervento del gruppo consiliare Cesena Siamo Noi.

"Abbiamo voluto fortemente un ritorno all'elezione diretta dei Consigli di Quartiere con un regolamento condiviso con tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale, proprio perché lo riteniamo un organismo di fondamentale importanza per la nostra città. Da un lato per la funzione di ascolto e di confronto quotidiano che svolge con chi nel Quartiere ci vive, ci lavora, dal semplice cittadino all'associazione, fino al comitato attivo per risolvere un problema sentito dalla comunità locale. Dall'altro lato, il Quartiere e i Consiglieri rappresentano un'essenziale antenna sul territorio per l'Amministrazione Comunale".

"Così, il primo passo che abbiamo voluto mettere in campo, in piena sinergia con i Consigli di Quartiere, sono stati proprio i Patti di Quartiere che per noi rappresentano un vero e proprio Patto di mandato, al cui interno ogni singolo quartiere ha potuto definire un elenco di priorità, riportando gli interventi strutturali e strategici condivisi per il prossimo triennio. Patti che - sottolineano - non rappresentano un vincolo rispetto alle proposizioni future dei Consiglieri di Quartiere né, tantomeno, le sole e uniche cose che si faranno nei prossimi anni, sono infatti gli obiettivi strategici di mandato".

"Siamo consapevoli delle difficoltà dovute dall'utilizzo della modalità online, a causa delle restrizioni anti-contagio da Covid-19, ma siamo altrettanto certi che il percorso di partecipazione e condivisione sia stato completo e soprattutto siamo certi che dovesse essere realizzato fin da subito. I patti - proseguono - sono stati votati da tutti i Quartieri della città, questo è bene sottolinearlo, dopo un percorso che ha visto ogni Consiglio di Quartiere impegnato nell'elaborare il proprio elenco con le priorità per il triennio. Successivamente c'è stato un incontro con la Giunta comunale, che si è svolto in presenza a Palazzo Albornoz. La Giunta, tra gennaio e marzo, ha infatti incontrato tutti i dodici quartieri singolarmente, dunque c'è stato tutto il tempo a disposizione per fare osservazioni e proposte. Poi, i Patti di Quartiere sono stati discussi dai Presidenti e dai Vicepresidenti con gli assessori. Infine, si è tenuto un incontro con gli Assessori comunali per sottoscrivere e dare avvio a questo Patto. Dunque - concludono dalla maggioranza - è evidente come da parte nostra ci sia tutta l'intenzione di fare le cose bene e di condividere ogni progetto e ogni percorso con i Consigli di Quartiere i quali rappresentano, anche in forza dell'elezione diretta, i cittadini del loro territorio di riferimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Con i Patti di quartiere i cittadini sempre più partecipi delle scelte per la città"

CesenaToday è in caricamento