Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Commercio, Cesena 2024: "Una piattaforma per l'acquisto online dei prodotti degli esercenti"

La lista civica illustra la sua 'ricetta' per il rilancio del commercio e lancia l'idea di una piattaforma di acquisti online ‘glocal

"Per gli esercenti del centro storico e di tutta la città vogliamo fare di più. Le nuove dinamiche di acquisto e il profondo mutamento che prima internet e poi i social hanno portato al mercato, sono problemi che si sono aggiunti alla crisi internazionale". Lo dichiara Armando Strinati, coordinatore di Cesena 2024.

La lista civica che appoggia la candidatura a sindaco di Enzo Lattuca vuole "dare  seguito e potenziare alcune delle iniziative messe in campo negli ultimi anni dall’Assessore Lorenzo Zammarchi, e lancia un'idea: una piattaforma di acquisti online ‘glocal’.

"Vogliamo farci promotori della realizzazione di una piattaforma che promuova l’acquisto online dei prodotti di tutti gli esercenti di Cesena, creando una rete di distribuzione in giornata dei beni acquistati, che possa servire tutte le zone della città. Vogliamo incentivare l’acquisto last minute, che i colossi della vendita online non possono garantire. Questa idea verrà sviluppata immediatamente, sottoponendola a partner e promotori come Enti, Università e commercianti ed esercenti cesenati. Ci impegneremo a costruire l’infrastruttura con fondi del Comune, lasciando la gestione agli altri partner, impegnandoci a facilitare i contatti tra la rete dei distributori e quella degli esercenti".

Cesena 2024 propone anche per gli esercenti: "Affitti più leggeri in tutta la città. Ci impegniamo sin da ora ad allargare il canone calmierato per l’affitto di negozi sfitti a tutta la città, non solo a Piazza della Libertà, riconoscendo al proprietario un contributo pari all’IMU e all’affittuario un contributo complessivo pari al 30% di una annualità; migliore qualità degli spazi. Daremo maggior impulso alle iniziative di decoro delle vetrine sfitte, potenziando anche gli investimenti nell’arredo urbano; sosta ‘take away’ per dare respiro alle attività tradizionali. Come già dichiarato dal prossimo Sindaco di Cesena Enzo Lattuca, il ridisegnamento della sosta è necessario, e lo promuoveremo in favore di chi veramente non può fare a meno dei mezzi propri. Ma anche più bike sharing, più siocurezza incentivando l’installazione di telecamere di sorveglianza; segnaletica commerciale di vicinato e caccia ai concorrenti sleali".

Gli ultimi due punti della 'ricetta'  di Cesena 2024 per gli esercenti sono "Più attrattività con eventi multivocazionali. Continueremo a sostenere i tanti eventi eterogenei (musicali, culinari, commerciali, cinematografici, ecc.) che caratterizzano la città (San Giovanni, Festival Internazionale del Cibo di Strada, Vetrine di Musica, e tanti altri ancora), incrementandone il numero e mirando ad una sempre maggior qualità". "Infine - conclude Cesena 2024 - vogliamo sostenere direttamente la formazione in materia di social media marketing e formazione digitale per gli esercenti cesenati sottoscrivendo protocolli di intesa con gli Enti che già erogano questo tipo di servizio, rendendoli ancora più accessibili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio, Cesena 2024: "Una piattaforma per l'acquisto online dei prodotti degli esercenti"

CesenaToday è in caricamento