menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circo, il M5S: "Vengano rispettate le norme sulla tutela degli animali"

"La nostra intenzione - esordiscono i pentastellati - e' riconoscere e tutelare il valore sociale e ricreativo di uno spettacolo circense in cui siano evidenziate soprattutto le capacità tecniche e la maestria degli artisti umani".

Il MoVimento 5 Stelle di Cesenatico chiede la predisposizione di un regolamento, per le manifestazioni artistiche legate agli spettacoli circensi, all'interno del quale sia previsto un solo attendamento annuale dando precedenza, nel caso di più richieste, ai circhi senza animali. "La nostra intenzione - esordiscono i pentastellati - e' riconoscere e tutelare il valore sociale e ricreativo di uno spettacolo circense in cui siano evidenziate soprattutto le capacità tecniche e la maestria degli artisti umani".

"Il circo che utilizza animali, nel rispetto dei principi sanciti dall'art. 41 della Costituzione, non puo' essere vietato, ma puo' essere controllato attraverso la figura di un garante per la tutela degli animali che effettui i necessari controlli, coadiuvato dalle associazioni animaliste del territorio e con una regolamentazione che disciplini l'utilizzo delle aree pubbliche comunali prevedendo, nell’ambito delle proprie competenze, le norme necessarie sulla tutela degli animali, oltre alle restrizioni legate alla potenziale pericolosità di alcune delle specie animali detenute, che potrebbero mettere a rischio la salute pubblica", aggiungono dal Movimento 5 Stelle.

"In molti paesi esteri hanno ridotto o vietato l’uso di animali anche in considerazione dei numerosi casi di maltrattamenti che si sono verificati, e da tempo, anche in Italia, diverse citta' e amministrazioni hanno adottato provvedimenti di controllo e limitazione verso i circhi con animali - continuano i pentastellati -. La mozione che sarà discussa in consiglio comunale prevede una presa di posizione chiara dell’amministrazione contro il circo con gli animali".

"Proprio per contribuire alla nascita di una nuova coscienza, si sottolinea la necessità di un sollecito al Governo Nazionale per una normativa in materia, che vieti l'uso di animali negli spettacoli e che preveda contributi statali solo ai circhi senza animali perché, come evidenzia la Lav, la Lega antivivisezione, nonostante il Rapporto Eurispes 2015 rilevi che il 68,3% degli italiani sia contrario all’uso di animali nei circhi, la legge italiana è rimasta praticamente immutata dal 1968 - concludono -. Con un’azione di questo tipo il nostro Comune darebbe un segnale educativo e di grande sensibilizzazione, aumentando e diffondendo la sensibilità nei confronti non solo degli animali domestici, ma anche verso gli animali selvatici, aumentando il rispetto e la salvaguardia nei confronti della Natura in cui viviamo ed a cui dipende la nostra stessa esistenza".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento