menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinque anni di Unione Valle Savio, Pullini (Pd): "E' stato fatto un buon cammino"

Il consigliere comunale: "Tutto può essere migliorato, ma credo che in questi 5 anni sia stato fatto un buon cammino, di fronte alle perplessità di alcuni"

Il consigliere comunale del Partito Democratico Andrea Pullini traccia un bilancio sull'Unione Valle Savio, in concomitanza con il report recentemente presentato in consiglio comunale.

"Ho partecipato al dibattito che ha preceduto la costituzione dell’Unione dei Comuni Valle Savio ed  ho avuto l’onore di rappresentare il consiglio Comunale di Cesena all’interno del Consiglio dell’Unione dei Comuni fin dalla sua costituzione". 

"Sono passati 5 anni, molte cose e progetti sono stati fatti e, come sempre si sa, c’è molto ancora da fare,  in questi giorni è stato presentato un report di mandato che riassume l’intensa attività effettuata, un lavoro di condivisione e collaborazione tra i Sindaci dei 6 Comuni, i Dirigenti e gli uffici tutto volto a garantire  migliori servizi ai cittadini, sì, perché lo scopo primario dell’attività dell’Unione dei Comuni è quello di porre i cittadini di fronte ad una equiparazione dei servizi offerti, semplificando, migliorando ed in alcuni casi anche risparmiando".

"Molto si è discusso in merito all’efficacia ed efficienza, - prosegue Pullini - ma un dato è certo, l’efficacia è riconosciuta dalla stragrande maggioranza dei cittadini, l’efficienza si è rivelata più in alcuni ambiti e meno in altri, ma come detto in precedenza, l’obiettivo rimane quello di migliorare un già buon risultato. Un altro dato molto interessante, riconosciuto da tutti i Sindaci, è quello che emerge dalla capacità di incidere e di trovare risposta alle proprie istanze da parte dei piccoli Comuni (5 su 6 sono sotto i 7.000 abitanti) nei confronti della Regione e nell’intercettare finanziamenti Europei, questo grazie alla sinergia amministrativa nella quale il Comune di Cesena, forte della sua struttura, ha contribuito in maniera determinante".

"Le identità comunali sono rimaste autonome e vivaci, la distribuzione delle responsabilità amministrative ha permesso a tutte le piccole realtà di potersi concentrare sulla valorizzazione dei propri territori, innestandosi in un progetto comune più ampio che porterà sicuramente più visibilità e opportunità. Ritengo, ribadendo che tutto può essere migliorato, che in questi 5 anni sia stato fatto un buon cammino, di fronte alle perplessità e contrarietà di alcuni".

Per concludere il consigliere comunale entra nel merito della presunta presenza ingombrante del Comune di Cesena in questa Unione. "Rispondo con una domanda: come sarebbe stata una Unione dei Comuni senza l’apporto del Comune di Cesena?".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento